Il principe Carlo benedice le nazioni del Commonwealth tagliando i legami con la famiglia reale

Togo e Gabon Diventerà l’ultimo paese ad entrare a far parte del Commonwealth questa settimana nonostante la mancanza di legami storici con la Gran Bretagna.

Sarà la prima volta che i paesi aderiranno in più di un decennio e la prima volta dal 1995 che due paesi si uniranno contemporaneamente.

I due paesi dell’Africa occidentale seguono Ruanda e Mozambico come terzo e quarto paese ad entrare a far parte del Commonwealth senza essere sotto il dominio britannico. Il Gabon è un’ex colonia francese mentre il Togo era sotto il dominio tedesco.

Quindici stati membri, o regni del Commonwealth, considerano ancora la regina il capo del loro stato, inclusi il Regno Unito e la Giamaica. Dei restanti membri, ci sono 34 repubbliche, cinque delle quali sono monarchi diversi.

Il principe ha detto ai delegati che il Commonwealth era “in una posizione unica per realizzare un cambiamento positivo nel nostro mondo”, in particolare per quanto riguarda il cambiamento climatico e le opportunità per i giovani.

Dobbiamo riconoscere gli errori del passato

“Per realizzare questo potenziale positivo e liberare il potere del nostro futuro comune, dobbiamo anche riconoscere gli errori che hanno plasmato il nostro passato”, ha aggiunto.

“Molti di questi errori appartengono a un’età più avanzata con valori diversi – e per certi versi anche minori. Lavorando insieme, costruiamo una nuova e duratura amicizia”.

Ha detto che in a Ultimo tour reale in CanadaLui e la duchessa di Cornovaglia furono “profondamente commossi” nell’incontrare coloro che sono impegnati in un processo di riconciliazione in corso: “popoli indigeni e non che pensano onestamente e apertamente agli aspetti più oscuri della storia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.