Il primo ministro dello Sri Lanka ha prestato giuramento come presidente ad interim dopo aver accettato la lettera di dimissioni | notizie dal mondo

Il primo ministro dello Sri Lanka, Ranil Wickremesinghe, ha prestato giuramento come presidente ad interim del paese fino a quando il Parlamento non eleggerà un successore di Gotabaya Rajapaksa.

Il presidente del parlamento del paese ha accettato la lettera di dimissioni del signor Rajapaksa, che è arrivata in aereo da Singapore alla fine di giovedì.

Questo arriva dopo mesi di proteste scatenate dalla rabbia per la crisi economica nel Paese.

Il presidente della Camera Mahinda Yaba Abiwardena ha affermato che un nuovo presidente sarà nominato “rapidamente e con successo” – con il processo completato entro sette giorni.

Il signor Rajapaksa è fuggito dallo Sri Lanka mercoledì con I manifestanti hanno preso d’assalto la casa del presidente È la residenza ufficiale del Primo Ministro.

Ce l’aveva all’inizio Sono fuggiti alle Maldive su un aereo militare Con sua moglie e due guardie di sicurezza, ma in seguito si è recato a Singapore.

Ci sono state scene di giubilo nella capitale Colombo dopo la conferma delle dimissioni di Rajapaksa: la folla ha acceso fuochi d’artificio e ballato per le strade.

Il prossimo presidente a servire il resto del suo mandato

Il residente ad interim Ranil Wickremesin ha prestato giuramento.  Foto: PM Media
immagine:
Il presidente ad interim Ranil Wickremesinghe ha prestato giuramento. Foto: PM Media

La nuova selezione servirà come presidente per il resto del mandato di Rajapaksa, che termina nel 2024.

Questa persona può nominare un nuovo Primo Ministro, che dovrà poi essere approvato dal Parlamento.

L’ordine del giorno della riunione del fine settimana sarà fissato venerdì e il voto sul prossimo presidente in parlamento era previsto per il 20 luglio.

Una crisi è scoppiata a causa di una carenza

READ  Esplosioni di una petroliera ad Abu Dhabi: tre morti e sei feriti in un sospetto attacco di droni, e gli Houthi rivendicano la responsabilità | notizie dal mondo

Le proteste di piazza contro la crisi economica in Sri Lanka sono aumentate per diversi mesi e sono culminate alla fine della scorsa settimana quando
Centinaia di migliaia di persone hanno preso il controllo degli edifici governativi di Colombo, incolpando la famiglia Rajapaksa e i loro alleati di iperinflazione, carenza di beni di prima necessità e corruzione.

La famiglia ha negato le accuse di corruzione, ma Rajapaksa ha riconosciuto che alcune delle sue politiche hanno contribuito al crollo.

Segui il podcast quotidiano supodcast di mele,google podcast,spotify, oAltoparlante

Il rapido declino economico è stato ancora più scioccante perché prima di questa crisi l’economia era in espansione, con una classe media in crescita e confortevole.

Lo Sri Lanka ha avviato discussioni preliminari con il Fondo monetario internazionale su un possibile prestito di salvataggio, ma queste discussioni si sono bloccate a causa del recente caos del governo.

Rajapaksa faceva parte di una delle famiglie politiche più potenti dello Sri Lanka nella storia post-indipendenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.