Il presidente ucraino ha affermato che i “sabotatori” russi sono entrati a Kiev

SVolodymyr Zelensky, un residente della città, ha affermato che gruppi di “sabotaggio” russi sono entrati a Kiev mentre crescono i timori che la capitale ucraina possa cadere entro pochi giorni.

Giovedì Zelensky ha firmato un decreto sulla mobilitazione generale, dopo che le guardie di frontiera ucraine hanno annunciato che agli uomini di età compresa tra i 18 ei 60 anni è vietato lasciare il Paese ai sensi della legge marziale. Ha esortato i cittadini a rispettare le nuove regole del coprifuoco.

In un discorso nella tarda serata di giovedì, il presidente ucraino ha espresso la sua delusione nei confronti degli alleati occidentali, dicendo che Kiev è stata “lasciata sola” a combattere la Russia. “Il nemico mi ha identificato come Obiettivo n. 1 e la mia famiglia come Obiettivo n. 2 … rimarrò a Kiev”, ha detto.

Funzionari statunitensi hanno avvertito che l’intenzione del Cremlino era di correre a Kiev per rovesciare Zelensky e installare una nuova leadership alleata con la Russia. “In sostanza intendono tagliare fuori il capo del governo e installare i propri mezzi di governo”, ha detto un funzionario del Pentagono.

La Russia ha anche occupato la defunta centrale nucleare di Chernobyl, fornendo alle forze di terra un binario a meno di 60 miglia dalla capitale. L’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha esortato alla “massima moderazione” per proteggere i siti nucleari.

Segui gli ultimi aggiornamenti qui sotto.

READ  Boris Johnson ultime notizie: Putin rischia il carcere per crimini di guerra, dice Raab

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.