Il presidente dell’UE promette un piano d’azione sui migranti a Lampedusa, in Italia

LAMBETUSA, Italia, 17 settembre (Reuters) – La presidente della Commissione europea Ursula van der Leyen ha visitato domenica l’isola italiana di Lampedusa, alle prese con un aumento degli arrivi di migranti, e ha promesso un piano d’azione dell’UE in 10 punti per aiutare l’Italia a far fronte alla situazione. situazione.

Quasi 126.000 migranti sono arrivati ​​in Italia finora quest’anno, quasi il doppio rispetto alla stessa data del 2022. La piccola isola di Lampedusa ha visto recentemente un forte aumento del numero di persone che arrivano via mare, con oltre 7.000 persone sbarcate questa settimana. , più della popolazione permanente dell’isola.

Von der Leyen era accompagnata dal primo ministro italiano Giorgia Meloni e l’auto che la trasportava al centro di accoglienza per migranti di Lampedusa è stata brevemente bloccata dalla gente del posto che protestava per il peso che grava sull’isola.

“Ci stiamo lavorando… stiamo facendo del nostro meglio”, ha detto Meloney ai manifestanti.

Dopo una visita al centro, van der Leyen, che dovrebbe candidarsi per un secondo mandato alla scadenza del suo mandato il prossimo anno, ha presentato un “piano d’azione” in 10 punti per allentare la pressione sull’Italia, dove la maggior parte dei migranti proviene dal Nord Africa. . Litorali in barca.

“L’immigrazione irregolare è una sfida europea e necessita di una risposta europea, e su questo fronteggiamo insieme”, ha dichiarato in una conferenza stampa congiunta con Meloni. “Potete contare sull’Unione europea”, ha detto in italiano.

READ  L'Italia affronta gli attacchi degli anarchici internazionali, dice il ministro degli Esteri

Il piano prevede l’utilizzo di Frontex, l’agenzia per le frontiere esterne dell’UE, per identificare i migranti che arrivano in Italia e rimandare indietro coloro che non hanno diritto all’asilo.

Frontex intensificherà anche la sorveglianza marittima e aerea delle imbarcazioni dei migranti e contribuirà a reprimere i trafficanti di esseri umani, ha affermato van der Leyen, che ha già parlato del piano con diversi leader dell’UE e spera nel loro sostegno.

Si è impegnato ad accelerare l’equipaggiamento della guardia costiera tunisina, ora il principale punto di partenza per i migranti via mare, e ad accelerare il trasferimento di fondi a Tunisi nell’ambito di un accordo di luglio volto a frenare la migrazione.

Von der Leyen ha anche promesso di aumentare l’accesso ai canali legali per i migranti e ha affermato che “per quanto siamo bravi con l’immigrazione legale, possiamo essere duri con l’immigrazione irregolare” mentre conduciamo una battaglia continua contro i trafficanti.

Gli attraversamenti dei migranti sono stati un grosso grattacapo politico per Meloni, entrato in carica nell’ottobre dello scorso anno, e ha fatto della lotta all’immigrazione clandestina una pietra angolare della sua ascesa al potere.

Domenica ha ribadito che l’approccio giusto è impedire alle persone di andare in Europa, non ridistribuire i migranti nel campo.

Lunedì il suo gabinetto dovrebbe approvare misure più severe, tra cui la costruzione di nuovi centri di detenzione e deportazione e l’estensione del numero massimo di migranti.

Report aggiuntivi di Tony Colapinto e Gavin Jones Scrittura di Gavin Jones Montaggio di Louise Havens

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottieni i diritti di licenzaApre una nuova scheda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *