Il Paramount Theatre Denver porta Puck allo spettacolo Demons

Circa un’ora prima dell’orario dello spettacolo, Claudio Simonetti Nel backstage del Capitol Theatre nel centro di Cleveland, Ohio, riflette sulla sua oltre cinquantennale carriera musicale.

Il 71enne è in viaggio per mostrare la sua colonna sonora per l’iconico film horror del 1985 Diavoli È dal vivo per la prima volta, ma durante la nostra conversazione diventa un po’ nostalgico, ricordando i primi giorni e la resistenza del film meta zombie di cui è diventato sinonimo.

“È incredibile. Non posso crederci. Se qualcuno mi avesse detto negli anni ’70 che avrei suonato questa musica quasi cinquant’anni dopo con grande successo e tournée in America, Canada, Australia e Giappone, avrei detto: ‘ No, stai scherzando.'” Questo è impossibile, dice Simonetti. “Ora, è incredibile. Ho più successo adesso di quanto ne avessi negli anni ’70.

Con oltre settanta brani al suo attivo, è il tastierista fondatore del gruppo prog rock italiano demone È noto soprattutto per la sua lunga collaborazione con il regista Dario Argentoil cittadino responsabile di thriller soprannaturali brutali e psicologici come Profondo rosso (1975) e suspense (1977).

Simonetti fa riferimento alla prima opportunità che Goblin ha di lavorare con Argento – ai giorni nostri Profondo rosso, che lui definisce un “bellissimo film” – come una grande e inaspettata svolta per lui e il gruppo. Dopo aver scritto e registrato la colonna sonora di Argento in un solo periodo di 48 ore, quello che si rivelò essere il debutto della band, vendette oltre un milione di dollari. copie solo in Italia entro un anno dall’uscita del film.

“Era incredibile per questo tipo di musica negli anni ’70”, dice Simonetti, come se fosse ancora stupito dall’accoglienza.

READ  La migliore ricetta per Martini Bubblegum - Sfilata: Intrattenimento, Ricette, Salute, Vita, Vacanze

“Quando abbiamo registrato la colonna sonora di Profondo Rosso, non avremmo mai dovuto avere un così grande successo, perché in Italia era il 1974 e il 1975, e tutte le canzoni popolari di allora erano canzoni pop. Profondo rosso Erano fuori dal sistema musicale e dalla norma.

Prog rock all’epoca, anche se c’erano molte band popolari emergenti tra cui E Il bene, era ancora un sottogenere di nicchia caratterizzato da polistrumentisti interessati all’apprendimento e all’utilizzo di nuove tecniche musicali come i sintetizzatori. “Negli anni ’70 abbiamo iniziato a fare musica prog, e ce n’era molta, ma non era molto popolare”, aggiunge. “Era ancora underground, anche se avevamo un sacco di ottimi gruppi prog.”

Con le composizioni di Simonetti, Goblin esplora territori precedentemente inesplorati e rivendica la sua affermazione all’interno del genere emergente con la sua colonna sonora piena di suspense all’interno della fiorente scena horror italiana.

Dopo lo scioglimento ufficiale dei Goblin alla fine degli anni ’70, Simonetti collaborò nuovamente con Argento, che produsse il film. Lamberto Bava-Orientamento Diavoli. Lo scenario è incentrato su una misteriosa proiezione di mezzanotte di un film sconosciuto, ma una volta che l’ignaro pubblico rimane intrappolato all’interno della sala, alcuni spettatori vengono trasformati in zombie cannibali simili ai demoni presenti nel film senza titolo, mentre altri sono costretti a combattere. Loro chi sono. La colonna sonora, che include anche i pezzi forti dell’heavy metal Motley Crow E Lui accettaè stata la prima composizione solista di Simonetti.

Quasi quarant’anni dopo, Simonetti e la sua attuale incarnazione del Diavoletto giocheranno a Denver Teatro supremo Mercoledì 18 ottobre, durante una speciale proiezione del film Diavoliseguito da una migliore raccolta piena di originali Simonetti e Goblin di film come suspense, Tenebre, fenomeni E L’alba dei morti (Golpin ha scritto la colonna sonora per il taglio internazionale di Argento della versione originale di George A. Romero.)

READ  Primo sguardo al nuovo film Netflix della star di Line of Duty I Came By e i fan dicono lo stesso

“Ogni sera faccio uno scherzo davanti al pubblico. Dico: ‘Stasera non scapperai'”, dice Simonetti Diavoli è simile a L’alba dei morti (Pubblicato con il titolo Zombie fuori dagli Stati Uniti)

Diavoli Era più o meno la stessa cosa per i personaggi malvagi. “L’idea del film è che sono intrappolati nel cinema e non possono scappare. “È una buona idea.”

Aggiunge anche l’atmosfera di un concerto di Simonetti. Un’orda infernale di orrori zannuti farà a pezzi tutti? Se è così, controlla nella lobby se c’è una moto da cross e una katana (Prego). L’ipotesi superiore di Diavolicompresi i cattivi che sniffano coca che si imbattono in una carneficina e una scena di omicidio in un incidente in elicottero, insieme a una colonna sonora contemporanea diventata classica, lo rendono un must per ogni fan dell’horror.

Il fatto che Simonetti e Joplin lo stiano dando vita in un modo senza precedenti per loro rende anche il prossimo spettacolo un evento imperdibile, e Simonetti lo sta adorando finora. “A Diavoli“È un’esperienza speciale per me, perché non l’ho mai suonato prima”, dice, anche se ha già eseguito dal vivo molti dei suoi altri brani. “Non sapevo cosa aspettarmi dalla gente, ma la gente si stava divertendo molto. Onestamente questo è uno dei miei film preferiti da riprodurre dal vivo perché la musica, a volte è fantastica, a volte è elettronica, a volte è sexy. Bellissimo. “

Prima di evocare Diavoli A Cleveland, Simonetti impiega un minuto per spiegare il processo dietro lo spaventoso risultato.

Diavoli Era il 1985, quindi era un grande momento per la musica dance e la musica elettronica. Ecco perché ho deciso di donare Diavoli “Questo è un suono che era attuale all’epoca.” “Ho usato una batteria elettrica, una drum machine, molti campioni e tutti i nuovi strumenti degli anni ’80. Ho provato a provare a fare qualcosa di nuovo.”

READ  L'incendio negli storici studi italiani di Cinecittà interrompe brevemente la produzione di "Old Guard 2" su Netflix

Goblin di Claudio Simonetti, mercoledì 18 ottobre, ore 20, Paramount Theatre, 1621 Glenarm Place. i biglietti Costano $ 25- $ 49,40.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *