Il medico ha fornito risultati di test errati ai pazienti a causa dell’ingombro della stampante • Registra

in una chiamata Se è venerdì – e non abbiamo motivo di credere che non lo sia – allora deve essere il momento per un altro po’ di On-Call, discoLa storia settimanale di tecnici che saltano piccoli problemi che i colleghi chiedono di essere affrontati con inutilmente fretta.

Questa settimana abbiamo incontrato Arthur, che ci ha raccontato di quando, in un’era prima delle stampanti in rete, ha ricevuto una chiamata da un “dottore in pericolo” che non poteva stampare le pagine che voleva.

Il ciarlatano si è lamentato: “Quando collego la stampante al computer A, il computer B non può più stampare e quando lo collego al computer B, non posso stampare immediatamente dal computer A”. “Ma più tardi nel corso della giornata le stampe dal computer B escono dalla stampante, ma soprattutto quando provo a stampare dal computer A.”

Sì, caro lettore. Questo dottore non si era reso conto che scollegare la stampante la rendeva irraggiungibile.

Promemoria: i medici dovrebbero essere totalmente intelligenti.

Ma questa storia non è più divertente, perché il dottore era così confuso che ha fornito ai pazienti risultati falsi dei test.

A complicare ulteriormente le cose, Arthur era nel pieno della sua carriera e l’organizzazione di questa posizione ha segnato la sua prima apparizione come analista di problemi sul sito.

“Stavo raccogliendo la giacca e stavo davvero pianificando la mia strada quando il mio insegnante mi ha afferrato e mi ha chiesto quale fosse il problema”, ha spiegato Arthur. “Mi ha fatto ripetere più volte il reclamo del cliente. Mi sono seduto e ho bevuto un bicchiere di acqua fredda e ho segnalato il problema alcune volte. Mi ha suggerito di dormire sul problema perché non voleva che gestissi il mio primo assolo chiamata di supporto, mezzo armato.

READ  Advance Wars 1 + 2: manutenzione programmata individuata per riavviare il campo

Arthur ha seguito questo consiglio e la mattina dopo è stato dotato di un dispositivo chiamato chiave della stampante, una cosa interessante con due cavi seriali e un cavo della stampante.

“Il mio capo ha francamente guardato l’utente negli occhi e gli ha detto che si trattava di un adattatore del canale della stampante e che ogni volta che non riusciva a portare la stampante su un canale, poteva sempre provare l’altro”, ha spiegato Arthur.

“L’utente era felice e non ha mai più avuto problemi a stampare”, ricorda Arthur.

Ma per alcuni giorni dopo, ebbe anche una sensazione fastidiosa: mentre il problema era stato risolto, il dottore non avrebbe potuto essere più saggio su cosa fosse andato storto e su come avrebbe potuto essere evitato in primo luogo.

“Solo allora il mio manager ha iniziato a insegnarmi che spesso è più facile trovare e implementare una soluzione che istruire l’utente”, ha detto Arthur a On-Call.

E con i risultati dei test corretti che scorrevano di nuovo, c’era bisogno di rivisitare il dilemma del dottore?

Se mai dovessi decidere che l’ignoranza è beatitudine, faccelo sapere inviando un messaggio a On Call. ®

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.