Il lander lunare Peregrine e il suo carico probabilmente bruceranno nell'atmosfera terrestre

Sembra che il luogo di riposo finale del lander lunare Peregrine sarà di nuovo a casa, dove è partito. Si prevede che la sfortunata navicella spaziale, che ha subito un'anomalia poco dopo il lancio e da allora ha perso propellente, brucerà nell'atmosfera terrestre. Astrobotico ha scritto in un aggiornamento su X questo fine settimana. La società prevede di ospitare una conferenza stampa con la NASA giovedì 18 gennaio alle 12:00 ET per discutere il destino del lander.

Peregrine è rimasto in sospeso finora per molto più tempo di quanto ci si aspettasse dopo che la fuga di notizie è stata scoperta per la prima volta l'8 gennaio, e Astrobotic ha pubblicato aggiornamenti di stato 24 ore su 24. Da giorni l’azienda esclude un atterraggio morbido sulla Luna, ma c’è qualche incertezza sul luogo esatto in cui finirà. Peregrine è riuscito a raggiungere la distanza lunare 238.000 miglia dalla Terra venerdì e poi 242.000 sabato, ma a causa della posizione attuale della Luna nella sua orbita, non c'era nulla che potesse incontrarla.

Se tutto fosse andato secondo i piani, Peregrine avrebbe incontrato la Luna circa 15 giorni dopo il lancio, a quel punto avrebbe potuto iniziare la transizione dall'orbita terrestre a quella lunare. Sono trascorsi solo sei giorni ed è improbabile che le scorte di carburante in diminuzione della Peregrine durino altri nove giorni. “I nostri sforzi analitici sono stati difficili a causa di una perdita di propellente, che ha aggiunto incertezza alle previsioni della traiettoria del veicolo”, ha scritto Astrobotic nel suo ultimo aggiornamento sabato. “La nostra ultima valutazione ora mostra che la navicella spaziale è in viaggio verso la Terra, dove probabilmente brucerà nell’atmosfera terrestre”.

READ  Il telescopio Webb è ora guidato da approcci di lancio molto attesi

C'era sempre il rischio che Peregrine Mission One finisse in questo modo; È noto che l'atterraggio sulla luna è molto difficile. Questa missione commerciale è stata la prima del suo genere nell'ambito del programma Commercial Lunar Payload Services (CLPS) della NASA e, in una conferenza stampa pre-lancio della scorsa settimana, Chris Colbert, responsabile del programma CLPS della NASA, ha dichiarato: “Ci rendiamo conto che il successo non può essere garantito .” “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *