Il governo si rammarica della confusione sulla decisione di dare la priorità all’evacuazione dall’Afghanistan di beneficenza per il benessere degli animali | Notizie dal Regno Unito

Il governo ha affermato di “rammaricarsi” del tempo impiegato per stabilire il processo decisionale alla base della controversa decisione di dare la priorità a un ente di beneficenza per il benessere degli animali per l’evacuazione dall’Afghanistan.

Il Dipartimento di Stato ha riconosciuto che un “errore” nell’interfono ha portato alcuni membri del personale a credere che il Primo Ministro avesse preso la decisione.

Boris Johnson in seguito ha respinto le accuse di aver accettato di trasportare in aereo gli animali dall’Afghanistan, ha detto “Rabarbaro totale”.

Nowzad Charity è stata fondata dall’ex Royal Navy Paul “Penn” Farthing, che ha lanciato una campagna di alto profilo per portare il suo staff e gli animali fuori dalla capitale afgana, Kabul, mentre i talebani hanno spazzato il paese l’anno scorso.

In un rapporto schiacciante, il Comitato per gli affari esteri (FAC) guidato dai conservatori ha affermato che al personale dell’organizzazione di beneficenza è stato chiesto di lasciare “all’ultimo minuto” nonostante non soddisfacesse i criteri di definizione delle priorità del Dipartimento di Stato “a seguito di una vaga interferenza da parte di altre parti del governo”.

Alla fine i lavoratori sono fuggiti dall’Afghanistan al Pakistan, non su un aereo da Kabul.

Gli animali dell’organizzazione benefica sono stati in grado di partire su un volo charter con il signor Farthing, che secondo i parlamentari aveva assorbito risorse “significative” durante il caos.

La FAC ha sollevato domande su chi nel governo abbia preso la decisione di dare la priorità all’organizzazione di beneficenza quando i talebani si sono avvicinati a Kabul nell’agosto 2021.

La commissione ha affermato che “diversi alti funzionari” ritengono che il primo ministro abbia avuto un ruolo nella decisione e “non ci è stata ancora offerta una spiegazione alternativa ragionevole”.

READ  Direttore della CIA: Vladimir Putin ha torto se pensa di poter vincere la guerra di logoramento in Ucraina Notizie dal mondo

Leggi di più: Che cosa è successo con Pen Farthing e l’evacuazione degli animali – e Boris Johnson è stato coinvolto?

Rivolgendosi al rapporto della FAC, in cui era accusato di fornire risposte “deliberatamente evasive e spesso deliberatamente fuorvianti” alle indagini della commissione, il Dipartimento di Stato ha riconosciuto che “si sarebbe dovuta prestare maggiore attenzione” all’interno del dipartimento nel modo in cui la decisione è stata comunicata a personale.

“Il governo si rammarica che ci sia voluto così tanto tempo per determinare quale fosse il processo decisionale in questo caso e come la decisione sia stata comunicata internamente al personale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale”, ha aggiunto.

“Il governo riconosce ancora una volta che il modo in cui è stata presa la decisione di chiamare i dipendenti di Nawzad per l’evacuazione è stato eccezionale.

“Concordo sul fatto che, in questo caso particolare, si sarebbe dovuta prestare maggiore attenzione all’interno dell’FCDO nel modo in cui la decisione è stata comunicata al personale.

“Riconosce ancora una volta che un errore nel modo in cui la decisione è stata comunicata internamente ha portato alcuni membri del personale dell’FCDO a credere che il Primo Ministro avesse preso la decisione.

“FCDO concorda con la Commissione sull’importanza di un’accurata tenuta dei registri, anche in una crisi complessa e in rapido movimento come questa”.

Il ministero ha anche affermato che ministri e funzionari hanno fornito prove alle indagini “in buona fede” e “in nessun momento” hanno cercato di fuorviare “deliberatamente”.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video accessibile

PM nega la pretesa di trasporto aereo di animali a Kabul

READ  Condizioni difficili significano che le forze russe devono essere presto avvicinate all'Ucraina | Ucraina

Il Dipartimento di Stato ha anche riconosciuto che la portata dei suoi sforzi per evacuare coloro che non si qualificavano per il Piano di reinsediamento afgano e la politica di assistenza (ARAP) “è stata scarsamente comunicata pubblicamente e al Parlamento”, e quindi i suoi limiti “non sono ben compresi” .

“La mancanza di risorse per gli sforzi di evacuazione in un periodo cruciale rischia di costare a centinaia di persone la possibilità di lasciare il paese e, di conseguenza, è probabile che ciò causi la perdita di vite umane”, ha affermato la FAC nel suo rapporto.

Ma la Farnesina ha smentito che la decisione di ritirare temporaneamente il proprio personale nella notte tra il 14 e il 15 agosto, ad eccezione dell’ambasciatore e di alcuni suoi colleghi in ambasciata, rappresentasse una “cattiva gestione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.