Il gas azero ha salvato l’Italia dall’industrializzazione

Matteo Villa, responsabile del datalab dell’Istituto per gli studi di politica internazionale (ISPI), ha affermato che il Trans-Adriatic Pipeline (TAP) ha salvato l’Italia dall’industrializzazione, riferisce Assernews.

“Per l’Italia il 2022 è un anno importante in termini di diversificazione. Abbiamo la TAP che, nel 2021, ci ha salvato tutti. Abbiamo lavorato il più possibile per essere vicini a fornitori come Algeria e Azerbaigian. Diversificare”, ha detto.

Matteo Villa pensa che l’Italia debba prendere tutte le misure per uscire da questa crisi, sopravvivere un altro anno e dotarsi di nuove infrastrutture.

Con il completamento della costruzione del TAP il 31 dicembre 2020, l’Azerbaigian ha iniziato le forniture commerciali di gas all’Europa attraverso il corridoio meridionale del gas. L’SGC è un’iniziativa della Commissione europea per un gasdotto dalle regioni del Caspio e del Medio Oriente all’Europa. Il percorso dall’Azerbaigian all’Europa è costituito dal gasdotto del Caucaso meridionale, TANAP e TAP.

Nel 2021 TAP ha trasportato in Europa 8,1 miliardi di metri cubi di gas. Entro il 2023, l’Azerbaigian prevede di aumentare le forniture di gas all’Europa a 11 miliardi di metri cubi. A partire dal 2022, l’Azerbaigian ha esportato 9,3 miliardi di metri cubi di gas in Europa nei primi dieci mesi e si prevedeva che avrebbe consegnato 11,5 miliardi di metri cubi di gas in Europa entro la fine del 2022.

Seguici su Twitter @AzerNewsAz

READ  Aveva 94 anni. Govt-Courier. Lo ha ucciso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.