Il commissario italiano approva il nuovo terminale GNL di Piombino

FIRENZE (Reuters) – Un commissario del governo italiano ha dato martedì formalmente il via libera alla costruzione di un nuovo terminal di gas naturale liquefatto presso il porto di Piombino, sulla costa occidentale del Paese. .

Lavori preparatori da parte dell’operatore della rete del gas di gobba (SRG.MI) Il commissario Eugenio Gianni ha dichiarato durante una conferenza stampa a Firenze che le infrastrutture potrebbero iniziare mercoledì.

La Storage and Reconversion to Floating Gas Unit (FSRU), che fa parte di un più ampio piano progettato dall’ex governo di Mario Draghi per sostituire le forniture di gas russe in diminuzione, dovrebbe essere operativa entro la fine di marzo.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Il gestore della rete del gas ha detto che studierà i termini allegati all’autorizzazione per consentire l’avvio dei lavori in tempo e per mettere in funzione nei tempi previsti l’impianto da 5 miliardi di metri cubi.

“SANAM esprime soddisfazione per l’esito positivo del processo di licenza per il progetto FSRU Piombino, che darà un contributo decisivo alla sicurezza e alla diversificazione dell’approvvigionamento energetico del Paese”, si legge in una nota.

Né Sanam né Gianni hanno rivelato le circostanze in cui il progetto ha ricevuto il via libera in meno di quattro mesi, un periodo di tempo molto più breve di quello che normalmente accade in Italia per tali progetti.

«È ragionevole ritenere che i termini fissati possano essere gestiti da Sanam, anche visto quanto finora concordato con il governo», ha detto Gianni, aggiungendo di aspettarsi che il gas venga consegnato attraverso il terminal a metà aprile.

READ  L'azione degli Stati Uniti per rafforzare l'economia ucraina

Il mandato è legato anche a una richiesta di benefici finanziati dallo Stato, che dovrà essere approvata dal nuovo governo guidato dalla leader di estrema destra Giorgia Meloni.

La Regione Toscana ha dichiarato lunedì di aver richiesto centinaia di milioni di euro di investimenti in cambio dell’autorizzazione del terminal nel porto toscano.

Il sindaco di Piombino ha detto venerdì che avrebbe impugnato in tribunale l’approvazione delle infrastrutture.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Reportage di Silvia Ognibein e Francesca Landini) Montaggio di Federico Maccioni e Agnieszka Flak

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.