Il Chelsea ha rifiutato l’opportunità di ingaggiare Kylian Mbappé perché “non poteva difendere”

Il Chelsea una volta ha rifiutato l’opportunità di ingaggiare Kylian Mbappe a causa delle preoccupazioni sulle sue capacità difensive.

La stella del Paris Saint-Germain, 23 anni, è stato processato con i Blues quando aveva 12 anni. Ha trascorso una settimana nel loro campo di allenamento di Cobham, ma è stato invitato di nuovo solo per un secondo tentativo alla fine, invece di ricevere un contratto.

Questo fece infuriare la madre di Mbappe, che diede loro un ultimatum tramite l’ex scout Serge Daniel Boga. “Mi ha detto: ‘Senti, mio ​​figlio non tornerà. Se lo vogliono devono prenderlo ora, o tra cinque anni torneranno a comprarlo per 50 milioni di euro (45 milioni di sterline)'”, ricorda . Obiettivo.

LEGGI DI PIÙ: Sei stelle della Premier League appaiono in “The World’s Most Valuable XI” del valore di 885 milioni di sterline.

La signora Mbappé si sbagliava, perché suo figlio si è trasferito dal Monaco al Paris Saint-Germain per 150 milioni di sterline nel 2017. Al momento del processo a Chelsea, giocava per il club amatoriale AS Bondi nella periferia di Parigi.

A causa del suo ritmo di lavoro fuori palla, la squadra di Stamford Bridge ha perso l’occasione di catturare il talento di livello mondiale di Mbappe. Boga ha spiegato: “Era molto abile, ma in Inghilterra vogliono vedere il giocatore ripiegare ed essere un gran lavoratore.

Quale giocatore ha permesso al tuo club di farla franca? Fatecelo sapere nella sezione commenti qui sotto



Mbappe ha finalmente riso dopo che il Chelsea non gli ha offerto un contratto

“All’epoca non era un gran lavoratore, non era ancora lì sulla difensiva. Quando ha preso la palla, è stato incredibile, ma senza palla non ha lavorato molto.

READ  Recensione dell'anno: rugby irlandese in subbuglio ma gli uomini di Farrell voltano pagina

“Il Chelsea voleva vederlo di nuovo per vedere come poteva migliorare in questo – penso che sia per questo che gliel’hanno chiesto di nuovo. Ha fatto cose buone e dribblava bene, quindi forse le cose che volevano vedere al secondo tentativo andavano meglio sul lato difensivo”.

Così Mbappé lasciò Londra con solo la maglia del Chelsea che aveva ricevuto al termine del processo. Da allora il Chelsea è stato lasciato con il bianco sulle facce.

leggi quanto segue:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.