Il brevetto di Sony ha rivelato che PlayStation funziona con NFT e tecnologia blockchain

Lo suggerisce un brevetto appena pubblicato Intrattenimento interattivo di Sony L’uso di NFT e tecnologia blockchain è stato esplorato attivamente nei giochi.

Gli NFT sono unità di dati uniche e non fungibili memorizzate su una blockchain (una forma di libro mastro digitale), che consente effettivamente agli utenti di acquistare e vendere prodotti digitali come oggetti di gioco o opere d’arte.

OrigineAlly lo ha introdotto l’anno scorso e pubblicato questo mese, Sony brevetto (Attraverso Giocattoli) intitolato “Monitoraggio di risorse digitali uniche nel gioco utilizzando token su un libro mastro distribuito”.

Copre un sistema che può essere utilizzato per tracciare la creazione, l’uso, la modifica e il trasferimento di risorse digitali create all’interno di un gioco e/o risorse create in base a come viene giocato un videogioco.

PlayStation Superstars – Primo sguardo ai collezionabili digitali | PS5 e PS4

“Gli individui spesso trovano vantaggioso possedere o utilizzare oggetti fisici unici relativi a celebrità o attività rispettate”, afferma la sezione di background delle note di brevetto. “Ad esempio, i fan dell’abile giocatore di baseball Babe Ruth, o del baseball in generale, spesso cercano di acquistare e possedere palle da baseball firmate da Ruth, palle da baseball colpite da Ruth in un’importante partita di baseball, carte collezionabili con Ruth e simili”.

Sony suggerisce che il suo sistema potrebbe essere utilizzato per verificare l’autenticità delle risorse digitali utilizzate da giocatori esperti o creatori di contenuti popolari e quali altri giocatori potrebbero voler acquistare e vendere in affitto.

“I giocatori esperti nei videogiochi multiplayer stanno guadagnando popolarità nelle partite o nei tornei, che spesso vengono trasmessi in diretta o trasmessi a molti spettatori”, ha scritto. Allo stesso modo, i giocatori popolari spesso trasmettono in live streaming o trasmettono in altro modo videogiochi per giocatore singolo o multiplayer, ad esempio, in cui i giocatori eseguono o tentano corse veloci, sfide in-game, partite multiplayer o altre attività di gioco.Alcuni giocatori possono Sviluppare persone particolarmente abili o attraenti un grande seguito di fan fedeli, proprio come i fan di atleti, cantanti, attori o altre celebrità famosi.

“In alcuni videogiochi, il giocatore può utilizzare risorse digitali durante il gioco. Queste risorse digitali possono includere, ad esempio, personaggi, costumi o oggetti specifici. Nei videogiochi tradizionali, ci sono più istanze dello stesso oggetto di gioco all’interno del stessa copia del videogioco e/o all’interno di diverse versioni del videogioco.

Queste diverse istanze dello stesso oggetto di gioco sono tradizionalmente intercambiabili, poiché sono indistinguibili l’una dall’altra.Ad esempio, anche se un dato oggetto di gioco viene raramente ottenuto all’interno di un videogioco, l’oggetto di gioco sarà rappresentato in il videogioco come una sequenza di istruzioni. Software che abbina rappresentazioni di altre istanze dello stesso gioco all’interno di un elemento di gioco nello stesso videogioco e/o in altre versioni dello stesso videogioco.Pertanto, nei videogiochi tradizionali, c’è nessuna risorsa digitale univoca rispetto ad altre istanze dello stesso oggetto di gioco.

Di conseguenza, nei videogiochi tradizionali non c’è modo di conoscere, tracciare o autenticare la cronologia di una specifica istanza di un oggetto di gioco.Ad esempio, nei videogiochi tradizionali non c’è modo di distinguere tra uno specifico istanza di un oggetto di gioco che un popolare giocatore di videogiochi ha utilizzato per vincere con un ciclo più famoso di qualsiasi altra istanza dell’oggetto di gioco.

Sony ha affermato che i sistemi e le tecnologie descritti nella sua domanda di brevetto potrebbero essere utilizzati per tracciare il ciclo di vita delle risorse digitali su diverse piattaforme hardware, incluso “un produttore diverso anche se inferiore” e attraverso titoli di diversi editori.

Scrive: “Le tecniche e le tecniche qui descritte espandono le capacità delle risorse digitali relative ai videogiochi e dei sistemi che creano e gestiscono tali risorse digitali, trasformando le risorse digitali relative ai videogiochi da fungibili a non fungibili.

“Le tecniche e le tecnologie qui descritte estendono la funzionalità delle risorse digitali associate ai videogiochi e ai sistemi che creano e gestiscono tali risorse digitali, tracciando la storia delle risorse digitali.

“Il monitoraggio della cronologia di un asset digitale può includere, ad esempio, il monitoraggio di quando e come l’asset digitale è stato creato, utilizzato, modificato, affittato, affittato, venduto, acquistato, concesso in licenza, concesso in licenza, scambiato, scambiato e/o altre azioni. “

Sony ha recentemente lanciato un dispositivo Sistema di fidelizzazione chiamato PlayStation Stars, che consente ai giocatori di guadagnare ricompense digitali completando varie attività. Tuttavia, lo era rapidamente per rimuovere il software dagli NFTche ha attirato critiche in alcuni ambienti per l’elevata impronta di carbonio della formula e quella che molti considerano un’implementazione cinica.

“Sicuramente non sono NFT”, ha affermato Grace Chen, Vice President of Network Advertising, Loyalty and Licensed Merchandise di PlayStation. Washington Post. “Certo che no. Non puoi scambiarli o venderli. Non sfruttano alcuna tecnologia blockchain e certamente non sono NFT.”

Questi includono società di gioco che hanno lanciato progetti NFT o stanno valutando di farlo Square EnixE il UbiSoftE il Konami E il sega.