Il 37enne Amiga sta ricevendo aggiornamenti al kernel Linux, l’AmigaOS SDK

Ingrandisci / Linux 6.0, implementato in Fienix sul desktop dell’utente personalizzato Amiga xeno74.

L’ultimo computer Amiga commerciale disponibile per la vendita era Amiga One X5000Dispositivo di revival basato su PowerPC rilasciato nel 2017. La stessa piattaforma Amiga ha 37 anniMa è meglio che tu creda che i fan dell’Amiga lo facciano L’ultimo kernel Linux, 6.0, E gira sugli ultimi dispositivi Amiga. Il primo vero personal computer per i creatori ha un posto dedicato.

nei forum Sviluppatore di Amiga OS Hyperion EntertainmentL’utente Christian, alias xeno74, ha annunciato la disponibilità di Final Core 6.0 per i dispositivi AmigaOne X5000 e X1000. L’annuncio ha mostrato le immagini richieste per i giochi 3D come Rally Crew Mag E il Automatico, insieme alle immagini del profilo di sistema per verificare la presenza di aggiornamenti del kernel. Il lavoro è già iniziato sulle build alfa del kernel 6.1 nel thread.

Di per sé, “Linux è disponibile su hardware eccentrico” potrebbe non sorprendere, ma vale la pena notare altri sviluppi incoraggianti in Amiga Worlds.

Hyperion ha annunciato il rilascio di un “aggiornamento sostanziale e molto completo” per SDK per AmigaOS 4.1 54.16Per coloro che preferiscono mantenere l’aspetto grafico dell’Amiga principale nel proprio sistema. L’aggiornamento include nuove opzioni di traduzione di gcc, controlli Simplegit e Subversion e aggiornamenti generali a diversi strumenti.

Va anche notato che il “più grande evento amiga” si è ripetuto lo scorso fine settimana per la prima volta dalla pandemia. Conferenza, Amiga 37, che si è tenuto a Mönchengladbach, in Germania, e ha visto la partecipazione di quasi 50 espositori, conferenze, premi ed esibizioni di “The Fastloaders”. Il sito web della conferenza ha indicato utilmente che la sede era “proprio accanto all’ALDI SÜD”.

READ  Destiny 2 su dispositivi mobili sembra più probabile dopo i nuovi brevetti Bungie

È improbabile che Amiga vedrà di nuovo un pubblico mainstream, ma l’energia della sua base di fan è incoraggiante e forse una lezione per i moderni sistemi di nicchia. Come ha scritto Jeremy Reimer L’inizio della storia dell’Amiga in 12 partile persone che dedicano tempo ed energie a un sistema la cui società madre è fallita alla fine degli anni ’90, lo fanno per un motivo:

L’Amiga era un sogno diventato realtà: un computer multimediale economico, veloce e flessibile che poteva fare qualsiasi cosa. Gestiva grafica, audio e video con la stessa facilità con cui altri computer dell’epoca gestivano il testo normale. Era facile dieci anni prima dei suoi tempi. Era tutto ciò che i suoi progettisti immaginavano, tranne per un problema significativo: il mondo era essenzialmente inconsapevole della sua esistenza. …

Per molte persone, gli sforzi (evoluzione moderna) sembrano futili, persino sciocchi. Ma a quelli che capiscono, che c’erano e hanno vissuto l’Amiga al culmine del loro potere, non sembrano affatto sciocchi.

Cappello in testa per Slashdot Notando questa convergenza dell’ultimo giorno Amiga-dom.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.