I visitatori della Cisgiordania ordinano che le storie d’amore vengano registrate mentre Israele applica regole rigide | Territori palestinesi

Israele ha effettuato Regole severe Ridurre la capacità degli stranieri di entrare e rimanere nella Cisgiordania occupata nonostante le critiche internazionali alle misure, che includono la dichiarazione obbligatoria di relazioni sentimentali.

Giovedì è entrato in vigore un decreto di 90 pagine per sostituire il precedente documento di quattro pagine per un periodo di prova di due anni. Si prevede che soffocherà l’economia palestinese, il mondo accademico e il lavoro delle agenzie umanitarie e creerà complicazioni per centinaia di migliaia di famiglie palestinesi con doppia cittadinanza, che già lottano per destreggiarsi nel complesso sistema di permessi.

Quasi tutti gli stranieri che vengono a fare volontariato, lavoro o studio in Cisgiordania ricevono solo visti di ingresso singolo, alcuni dei quali validi solo per tre mesi, e dovranno partire tra un visto e l’altro e aspettare, in alcuni casi per più di un anno – prima di presentare nuovamente domanda di ammissione. Nella maggior parte dei casi, la durata del soggiorno è limitata a 12-27 mesi, il che rende quasi impossibile la vita familiare e il lavoro a lungo termine.

La “paura di radicarsi” – stabilirsi e rimanere in Cisgiordania per un periodo prolungato – è motivo per rifiutare una domanda di estensione del visto e le persone dovranno andarsene e aspettare fuori dall’area fino a quando non verranno prese ulteriori decisioni in merito a visti o permessi.

Alle persone nate in Giordania, Egitto, Marocco, Bahrain e Sud Sudan – anche se detentrici della cittadinanza di un secondo Paese – è ora vietato l’ingresso in Cisgiordania se non in circostanze eccezionali. Circa il 60% della popolazione giordana è di origine palestinese.

READ  "Molto probabile" che dietro l'attacco mortale della petroliera ci fosse l'Iran - Dominic Raab | Iran

Kogat, l’organismo civile-militare israeliano responsabile della politica del governo nei territori occupati Territori palestinesiLe nuove regole sono state delineate per la prima volta a febbraio. L’attuazione è stata ritardata e il testo è stato rivisto più volte dopo le obiezioni legali di gruppi per i diritti umani con il pretesto di formalizzare pratiche discriminatorie.

Le proposte hanno fatto notizia a luglio, quando i media internazionali hanno raccolto una clausola secondo cui gli stranieri devono informare le autorità israeliane entro 30 giorni se si innamorano di un palestinese.

Il periodo di un mese per dichiarare una relazione romantica e il periodo di sospensione del visto per le coppie appena sposate è stato eliminato dalla formulazione finale del documento, ma i palestinesi e le organizzazioni per i diritti umani affermano che è ancora necessario che anche i cittadini stranieri dichiarino i loro interessi amorosi. Come informazioni non relative alla sicurezza come proprietà o eredità, a discrezione dei funzionari israeliani.

Sono state abolite le quote per il numero di docenti e studenti stranieri e sono state assegnate le indennità per i visti di lunga durata per medici e insegnanti. Tuttavia, le nuove misure consentono ancora l’introduzione di contingenti sulle categorie di visti “secondo l’interazione di considerazioni pertinenti, inclusa la situazione politico/di sicurezza”.

Cogat non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento sul fatto che il testo finale delle regole differisse sostanzialmente dalle versioni precedenti.

Ha mozzatoun’organizzazione israeliana senza scopo di lucro focalizzata sui diritti legali dei palestinesi, a giugno ha presentato un’ingiunzione sostenendo standard discriminatori e restrittivi, ma la petizione è stata respinta in quanto prematura.

Le persone interessate dovrebbero cercare di lavorare all’interno delle nuove procedure ed esaurire prima tutte le possibili opzioni amministrative. Quindi, quando a persone con doppia cittadinanza, volontari stranieri o chiunque inizia a vedersi negato l’ingresso in Cisgiordania, allora possiamo presentare una nuova petizione per loro conto”, ha affermato Jessica Montell, CEO di HaMoked.

READ  Dentro la città più fredda d'Europa che è diventata una spaventosa città fantasma deserta - notizie dal mondo

“La questione principale qui non è di districare la natura arbitraria e complessa delle nuove regole; nessuna di esse ha alcuna base legale”, ha affermato. Secondo il diritto internazionale, l’IDF può operare solo nell’interesse della popolazione occupata o soddisfare le proprie esigenze di sicurezza. Chiaramente, queste restrizioni non offrono né”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.