I proprietari del Paris Saint-Germain sono vicini a vendere la loro quota di minoranza ma restano fedeli ai campioni di Francia

Qatar Sports Investment (QSI) ha deciso di vendere una quota di minoranza del Paris Saint-Germain – ma dicono di restare pienamente impegnati con i campioni di Francia.

QSI ha acquistato i giganti francesi del Paris Saint-Germain nel 2011, ma ora, dopo 12 anni di piena proprietà del club della Ligue 1, è aperto agli investimenti di terzi.

Ma insistono nel voler rimanere pienamente impegnati e non hanno intenzione di uscire o di cedere il controllo della maggioranza Sottolineando l’investimento nel nuovo campo di allenamento del club, inaugurato quest’anno, e nello stadio Parc des Princes.

Mark Armstrong, chief revenue officer del Paris Saint-Germain, ha dichiarato: “Non abbiamo alcun interesse a vendere il club. Si tratterebbe sicuramente di una quota di minoranza”.

“La proprietà è più impegnata che mai nei confronti del club, come dimostrano i soldi che abbiamo speso per Poissy (il nuovo campo di allenamento del club) e quello che siamo disposti a spendere per lo stadio: entrambi sono investimenti a lungo termine”.

QSI rimane desideroso di espandere il proprio portafoglio di club di calcio e ha selezionato diversi club in Europa e Sud America come potenziali candidati.

Tra i club monitorati figurano lo spagnolo Malaga, l’italiana Sampdoria e il brasiliano Santos, che un anno fa avevano acquistato una quota del 22% del club portoghese Braga.

Il gruppo di private equity americano focalizzato sullo sport Arctos Partners sembra molto propenso a investire nel PSG Avendo già acquisito partecipazioni in club di diversi sport, tra cui basket e baseball. Possiedono una partecipazione nel Fenway Sports Group, proprietario del Liverpool, mentre hanno acquisito una partecipazione di 29,2 milioni di sterline nel club italiano Atalanta nel maggio 2022.

READ  Josh Doig rimane sposato con tutto ciò che è alla moda mentre l'ex uomo di Easter Street parla della vita a Verona

Sono desiderosi di espandere ulteriormente il loro portafoglio sportivo al di fuori degli Stati Uniti e questa settimana hanno investito nel team Aston Martin di Formula 1. Se l’accordo con il PSG dovesse andare avanti, non è chiaro quale percentuale riceveranno, ma si prevede che il club sarà valutato a più più di 4 miliardi di euro (3,5 miliardi di sterline).

Per quanto riguarda l’investimento negoziato, Armstrong ha aggiunto: “Questa è un’opportunità per portare la nostra attività al livello successivo, soprattutto nei mercati chiave, come gli Stati Uniti.

“L’azienda ha una storia di investimenti in franchising sportivi, ha l’esperienza e la conoscenza nel suo comitato consultivo e possiamo lavorare insieme per portare la nostra attività al livello successivo.”

Vai più in profondità

Una tripletta, ma il suo allenatore l’ha criticata: cosa succede con Mbappe e Luis Enrique?

(Foto: Antonio Borja/Eurasia Sport Images/Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *