I ministri del G20 si concentrano sull’abbassamento dell’inflazione senza danneggiare la crescita






Il Segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen, a destra, e il Ministro italiano dell’Economia e delle Finanze Daniele Franco, a sinistra, partecipano a una riunione dei ministri delle finanze del G-20 e dei governatori delle banche centrali a Nusa Dua, Bali, Indonesia, il 15 luglio 2022. (Made Nagi/ Foto della piscina via) AP )

Nusa Dua, Indonesia (Kyodo) – I capi delle finanze del Gruppo dei Venti (G20) hanno iniziato venerdì un incontro di due giorni a Bali per discutere i modi per frenare l’inflazione globale durante la guerra russa in Ucraina senza ostacolare la ripresa economica.

Con l’inflazione che colpisce non solo i prezzi di cibo ed energia, i ministri del G20 e i capi delle banche centrali, incluso il ministro delle finanze giapponese Shunichi Suzuki, stanno cercando un’azione internazionale coordinata al raduno sull’isola indonesiana per evitare una recessione economica.

All’inizio dell’incontro, il ministro delle finanze indonesiano Sri Mulyani Indrawati ha affermato che la guerra in Ucraina e il successivo aumento dei prezzi delle materie prime, compresi i prezzi dei prodotti alimentari e dell’energia, potrebbero esacerbare l’inflazione globale e aumentare l’instabilità sociale.

“È chiaro che dobbiamo intensificare i nostri sforzi e fare più affari”, ha affermato, aggiungendo che i CFO non si concentreranno solo sulle questioni emergenti che devono affrontare l’economia globale, ma anche sul raggiungimento di una crescita forte, sostenibile, inclusiva ed equilibrata.

Rimane incerto se i partecipanti al G-20 saranno in grado di concordare una dichiarazione congiunta durante l’incontro, poiché gli Stati membri rimangono profondamente divisi nelle loro risposte all’invasione russa dell’Ucraina. Una dichiarazione congiunta non è stata adottata nella precedente riunione di aprile.

Il Gruppo delle Sette economie industrializzate – Gran Bretagna, Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone e Stati Uniti, nonché Unione Europea – hanno imposto sanzioni in risposta all’aggressione militare di Mosca, mentre alcune economie emergenti tra cui Brasile, Cina e India hanno imposto. Hanno preso le distanze dai paesi occidentali su questo tema.

È probabile che il ministro delle finanze russo Anton Siluanov si unirà all’incontro a distanza. Anche il ministro delle finanze ucraino è stato invitato al raduno e dovrebbe partecipare anche online, secondo il ministero delle finanze indonesiano.

Prima di partecipare alla riunione del G20, Suzuki e il segretario al Tesoro statunitense Janet Yellen hanno tenuto colloqui a Tokyo e hanno accusato la guerra russa in Ucraina per l’aumento della volatilità del tasso di cambio provocando l’aumento dei prezzi di cibo, energia e materie prime, in un apparente tentativo di dare il tono per affrontare questioni chiave all’incontro di Bali.

È probabile che i punti all’ordine del giorno dei colloqui ministeriali includano anche l’impatto economico globale della stretta monetaria da parte degli Stati Uniti e di altre economie avanzate, nonché i soccorsi per i paesi poveri, tra cui lo Sri Lanka, il cui presidente è fuggito dal paese nel mezzo di una crisi economica. .

In vista dell’ultimo incontro dei capi della finanza, il Fondo monetario internazionale ha pubblicato un rapporto chiamato “Nota di monitoraggio del G20”, in cui si afferma che “le prospettive economiche globali si sono notevolmente oscurate, mentre l’inflazione rimane elevata”.

Il Fondo monetario internazionale ad aprile ha ridotto le sue previsioni di crescita globale al 3,6% per il 2022 e il 2023, riflettendo l’impatto negativo della guerra in Ucraina e il continuo rallentamento della crescita cinese.

Il capo del Fondo monetario internazionale, Kristalina Georgieva, ha osservato che l’inflazione elevata potrebbe indebolire la ripresa e peggiorare ulteriormente il tenore di vita, soprattutto per i gruppi vulnerabili, e ha chiesto la cooperazione internazionale guidata dal Gruppo dei Venti.

Il G20 comprende membri del G7, nonché Argentina, Australia, Brasile, Cina, India, Indonesia, Messico, Russia, Arabia Saudita, Sud Africa, Corea del Sud e Turchia.

READ  Cresce il collegamento Italian Motor City! - CBS Detroit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.