I conducenti britannici disabili affermano che i badge blu potrebbero non essere accettati nell’UE a causa della Brexit | incapacità

I conducenti disabili sono stati avvertiti che i loro badge blu per il parcheggio non saranno riconosciuti in alcune delle destinazioni per le vacanze in auto britanniche più popolari dell’UE, a causa di L’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea.

Ai viaggiatori del Regno Unito viene anche chiesto di controllare i migliori pacchetti telefonici per alleviare le tariffe di roaming reintrodotte dalla maggior parte dei gestori di telefonia mobile.

I ministri stanno ancora negoziando con 11 paesi tra cui Francia, Spagna, Portogallo e Italia sullo status dei badge blu del Regno Unito, che sono stati riconosciuti in tutta l’Unione Europea fino alla Brexit.

Ci sono milioni di titolari di badge blu nel Regno Unito e gli ultimi dati indicano il numero a 2,3 milioni nella sola Inghilterra.

Il sito web del governo elenca i paesi che sono ancora “titubanti” sullo stato dei badge blu ma non sono stati aggiornati dallo scorso settembre.

Tuttavia, l’Associazione automobilistica (AA) ha affermato di aver confermato che l’elenco non è cambiato dopo aver contattato tutti gli 11 paesi, che includono anche Islanda, Bulgaria, Lituania, Lussemburgo, Romania e Slovenia.

Ha affermato che i conducenti disabili potrebbero essere soggetti a multe per il parcheggio se utilizzano i loro permessi in questi paesi, denunciando la situazione “semplicemente inaccettabile”.

Il governo ha chiesto ai titolari di badge di “controllare con l’ambasciata del paese in cui si sta viaggiando per gli ultimi sviluppi”.

Ma la Federazione automobilistica ha affermato che i consolati hanno insistito sul fatto che non avrebbero potuto avvisare i conducenti disabili fino a quando non fosse stato raggiunto un accordo.

“Mantenere gli utenti del badge blu nel limbo è semplicemente inaccettabile”, ha affermato Jack Cousins, capo della politica stradale di AA. “I badge blu vengono emessi per specifici motivi di salute e non avere il loro stato confermato dopo due anni è scandaloso”.

READ  Turista ucciso da un attacco di squalo nelle acque fino alla vita in un resort sudafricano

“Invece di correre un rischio, incoraggiamo gli utenti del badge blu a utilizzare le nostre aree di consegna e raccolta ove possibile mentre il veicolo è parcheggiato in un luogo non per disabili.

“Sebbene sia problematico, riduce il rischio che l’auto riceva un biglietto o venga ritirata. Mentre il sito web del governo chiede agli utenti del badge blu di chiedere ai consolati ulteriori consigli sull’accettazione di un badge blu speciale, tuttavia, la maggior parte di loro non è stata in grado di per fornire garanzie o consulenza all’AA.

“Sia il governo del Regno Unito che gli 11 paesi europei che non hanno ancora ratificato i badge blu del Regno Unito devono risolvere urgentemente il problema e fornire chiarezza a tutti gli interessati”.

Il problema dei conducenti disabili non è l’unico problema che i turisti britannici devono affrontare quest’estate. Poiché la Brexit è stata accusata di code di 11 ore per i traghetti da Dover alla Francia durante il fine settimana, si ricorda ai turisti che lasciare il Regno Unito dall’UE potrebbe costare loro in altri modi.

Gli operatori di telefonia mobile, tra cui Vodafone, hanno reintrodotto le tariffe di roaming poiché la Brexit reimpone tariffe aggiuntive per i viaggiatori all’interno dell’Unione Europea.

Inoltre, i britannici che trascorrevano lunghi periodi, compresi gli inverni in Spagna o in altri paesi dell’UE, ora sono limitati a un massimo di 90 giorni alla volta per un totale di 180. Ciò ha colpito i lavoratori, inclusi musicisti e compagnie teatrali che sono in tournée in Europa.

L’anno prossimo l’Unione Europea prevede di introdurre Sistema europeo di informazioni e permessi di viaggio [ETIAS]che registrerà l’ingresso e l’uscita elettronica nell’UE e per la prima volta acquisirà automaticamente i dati sui soggiornanti fuoritermine dalla Gran Bretagna, in base ai quali i visitatori provenienti da paesi non UE dovranno pagare una quota di € 7 (£ 6) per entrare nell’UE.

READ  Poiché la reputazione militare della Russia è diminuita, anche le vendite di armi asiatiche sono diminuite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.