I Centers for Disease Control and Prevention (CDC) avvertono dei virus che possono causare debolezza muscolare simile alla poliomielite nei bambini

I Centers for Disease Control and Prevention avvertono di un virus infantile comune che può causare debolezza muscolare o paralisi in rari casi.

Centro per il controllo delle malattie Invia un avviso Venerdì sull’enterovirus D68, che il più delle volte causa malattie respiratorie tra i bambini, con sintomi spesso lievi ma che possono diventare gravi. La famiglia degli enterovirus è ampia e al suo interno si trova la poliomielite; Sia EV-D68 che il virus della poliomielite possono invadere il sistema nervoso e causare debolezza muscolare.

A volte EV-D68 può portare a una condizione chiamata mielite flaccida acuta, o AFM, che è caratterizzata da un’infiammazione nell’area del collo del midollo spinale. Alcune persone con AFM hanno difficoltà a muovere le braccia, mentre altre hanno debolezza in tutti e quattro gli arti. Durante un grave focolaio negli Stati Uniti nel 2014, circa 10% delle persone infette da EV-D68 Sono andato a sviluppare AFM.

Il recupero completo dall’AFM è raro e, sebbene la maggior parte dei pazienti migliori in una certa misura, il processo è spesso difficile e richiede una riabilitazione.

Quest’anno, il CDC ha identificato più casi di EV-D68 tra i bambini con malattie respiratorie acute rispetto agli ultimi tre anni messi insieme. Ci sono stati 84 casi di questo tipo da marzo al 4 agosto. In confronto, il CDC ha identificato sei di questi casi nel 2019, 30 nel 2020 e 16 nel 2021.

Tuttavia, questi numeri sono probabilmente sottostimati, perché non tutti quelli con sintomi respiratori sono testati per EV-D68.

Al 2 settembre, 13 casi di AFM sono stati confermati quest’anno negli Stati Uniti. Il CDC ha affermato che sta indagando su altri 20 casi.

In passato, il CDC ha registrato picchi nei casi di EV-D68 ogni due anni. Prima della pandemia di coronavirus, era nel 2014, 2016 e 2018. Il dottor Benjamin Greenberg, neurologo presso l’O’Donnell Brain Institute della US Southwestern University che cura i pazienti presso il Children’s Health Center di Dallas, ha affermato che il modello sta probabilmente emergendo perché i bambini sviluppano l’immunità contro l’enterovirus quando si diffonde, portando ad anni “off” quando l’immunità della popolazione aumenta. Una volta che l’immunità diminuisce, il numero dei casi aumenta di nuovo.

READ  Il tempo è propizio per il prossimo lancio di SpaceX

“Pensavamo davvero che sarebbe successo nel 2020, perché abbiamo avuto l’ultimo picco nel 2018. Ma poi con l’uso di maschere, il distanziamento sociale e tutte quelle cose che limitano la diffusione del virus del dispositivo”, ha affermato la dott.ssa Sarah Hopkins , neurologo pediatrico presso il Children’s Hospital di Philadelphia. Respiratorio, non abbiamo avuto l’aumento previsto”.

Greenberg ha affermato che è probabile che i casi aumenteranno di nuovo quest’anno perché i bambini torneranno a scuola e in altri luoghi pubblici.

“Ora abbiamo un gruppo di bambini che non hanno mai visto il virus prima, perché non sono stati esposti a scuola. Quindi pensiamo che la popolazione a rischio sia maggiore rispetto al 2020”, ha affermato.

Tutti e sette i centri medici per bambini dei Centers for Disease Control and Prevention’s New Vaccine Surveillance Network, a Nashville, Tennessee; Houston. Kansas City, Missouri; Cincinnati. Seattle. Pittsburgh. ROCHESTER, NY – Scopri i casi dell’EV-D68 quest’anno. Il CDC ha affermato di aver ricevuto anche segnalazioni di aumenti delle malattie respiratorie acute tra i bambini in Minnesota, Arizona e Utah, sollevando preoccupazioni sul fatto che alcune di queste infezioni potrebbero anche essere EV-D68.

L’agenzia richiede agli operatori sanitari di prestare attenzione ai casi di EV-D68 tra i bambini e di considerare fortemente l’AFM come una possibile diagnosi per i pazienti con arti deboli.

Può essere difficile distinguere tra i sintomi di EV-D68 e i sintomi dei virus respiratori, ha detto Greenberg. Come il comune raffreddore, EV-D68 può causare naso che cola, starnuti, dolori muscolari o dolori muscolari. I bambini che necessitano di essere ricoverati tendono ad avere tosse, mancanza di respiro, respiro sibilante e – in circa la metà dei casi – febbre.

READ  La NASA prevede di lanciare la missione Artemis I Moon nel febbraio 2022

L’AFM può anche essere confusa con la poliomielite grave, che porta a una condizione simile chiamata paralisi flaccida acuta. Gli Stati Uniti hanno registrato un caso di poliomielite a luglio e lo hanno registrato Il virus è stato rilevato nelle acque reflue di diverse contee di New York.

Greenberg ha affermato che il rilevamento della poliomielite richiede “una sensibilizzazione tra gli operatori sanitari in modo che possano inviare test appropriati”.

“È davvero importante sapere quale virus sta causando la paralisi nei pazienti”, ha aggiunto.

Cos’è l’enterovirus D68?

Gli scienziati hanno identificato per la prima volta l’enterovirus D68 nel 1962. All’epoca, il virus non circolava molto e portava a malattie molto più lievi di quanto non lo siano oggi, ha detto Greenberg.

Nasce il Centro per il Controllo delle Malattie Altri test per EV-D68 Nel 2014, gli scienziati hanno notato un cambiamento nel modo in cui si comporta il virus.

“Il virus è cambiato nel tempo per acquisire la capacità di uccidere i neuroni per distruggere il midollo spinale”, ha detto Greenberg.

Il totale di quest’anno è inferiore al 2018. Da luglio a novembre di quell’anno, gli Stati Uniti hanno avuto 382 casi di EV-D68 tra i bambini con malattie respiratorie acute.

“Le cose non sembrano aver preso una brutta piega improvvisamente in peggio”, ha detto il dottor Keith Van Haren, assistente professore di neurologia alla Stanford University, aggiungendo: “Spero che almeno non ci sia un’ondata di nuove condizioni neurologiche ancora.”

Ha detto che la maggior parte dei casi di EV-D68 si verificano in questo periodo dell’anno, da agosto a novembre.

READ  L'innovativo elicottero Marte della NASA si sta preparando per il suo primo storico volo in un altro mondo

Se gli anni passati sono indicativi, ha affermato Greenberg, “nelle prossime settimane vedremo un chiaro aumento del numero di casi di AFM a meno che il virus non cambi in meglio”.

Occorrono da una a quattro settimane prima che un caso di EV-D68 si trasformi in AFM, ha detto Van Haren, sebbene la condizione possa assumere molte forme diverse.

“I risultati sono di tutto, da una leggera debolezza della spalla alla difficoltà a muovere tutti gli arti e talvolta alla necessità di un supporto respiratorio prolungato”, ha detto Hopkins.

Di solito i pazienti iniziano a riprendersi dai sintomi respiratori prima della comparsa dei sintomi neurologici, ha detto Van Haren.

“Quando iniziano i sintomi neurologici, possono iniziare improvvisamente. E possono raggiungere il picco in poche ore in un modo che può essere un po’ sorprendente”, ha detto.

I bambini che sviluppano la steatoepatite di solito richiedono il ricovero in ospedale. Per ragioni che gli scienziati non hanno esplorato completamente, i bambini più a rischio sono quelli con una storia di asma.

Non ci sono trattamenti specifici per AFM. I medici possono fornire una terapia con anticorpi per migliorare la risposta immunitaria del paziente o fornire cure di supporto, come ventilatori o fluidi.

Gli esperti hanno affermato che il modo migliore per proteggere te stesso o i tuoi bambini dall’EV-D68 è fare attenzione a lavarsi le mani e indossare una maschera in pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.