I bond italiani sono crollati dall’inizio della pandemia, con l’avvertimento di Moody’s

Contenuto dell’articolo

(Bloomberg) — Gli investitori stanno scaricando le obbligazioni italiane al ritmo più veloce da quando la pandemia ha colpito per la prima volta dopo un avviso a sorpresa di Moody’s Investors Service sulle finanze del paese.

Contenuto dell’articolo

Gli oneri finanziari di riferimento a 10 anni sono aumentati di ben 30 punti base al 4,48%, puntando al balzo più grande da marzo 2020. Ciò ha sollevato la domanda degli investitori di fascia alta che detengono debito per la Germania, con Moody’s che ha citato i rischi politici della nuova destra italiana Ala Alleanza.

Contenuto dell’articolo

L’indicatore del rischio obbligazionario rimane al di sotto del picco di 30 mesi raggiunto la scorsa settimana sulla scia del risultato elettorale, poiché gli investitori cercano segnali che il nuovo governo continuerà la politica di responsabilità fiscale stabilita dal primo ministro uscente Mario Draghi.

“Se la coalizione di destra che ha vinto le ultime elezioni cerca di rinegoziare alcuni aspetti del piano nazionale di ripresa e resilienza del Paese, è probabile che ne ritarderà l’attuazione, esercitando pressioni al ribasso sulla spesa per investimenti in un momento di aumento dell’inflazione e rischi per l’approvvigionamento energetico “Già incidendo sull’attività economica”, hanno scritto gli analisti di Modi, tra cui Sarah Carlson, “probabilmente declasseremmo il rating creditizio dell’Italia se prevediamo una significativa debolezza della crescita del Paese nel medio termine”.

Ad alimentare ulteriormente questi timori c’è la notizia che Fabio Panetta, membro del consiglio di amministrazione della Banca centrale europea, non sarà il prossimo ministro delle finanze italiano, secondo una persona che ha familiarità con la questione.

READ  L'italiana Cimolai considera la raccolta di capitali mentre i derivati ​​si deteriorano

Georgia Meloni, che dovrebbe essere nominata primo ministro, ha cercato di trovare una figura credibile per gestire il portafoglio finanziario dell’Italia. Un’ex alleanza populista si è conclusa nel 2018 in una battaglia con la Commissione europea sui budget, che ha portato a un’importante svendita del debito del Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.