‘Ho lasciato uno squittio’ – G rant ricorda lo scherzo sospetto di Di Canio

Peter Grant si è unito ad Amy Irons e Craig Levein nel podcast Sacked in the Morning della BBC Sounds per discutere della sua carriera e ricordare il primo incontro con l’ex compagno di squadra del Celtic Paolo Di Canio in un hotel durante la pre-stagione.

“Ecco l’uomo coraggioso in piedi che si rade tutto il corpo.” disse Grant.

“Tutto… voglio dire tutto. Cosa fa? Questo è il mio primo avvistamento.” L’aerodinamico”, mi ha detto, “lo rende aerodinamico”.

È stato solo l’inizio per Grant e l’italiano, dato che il quarterback ha avuto uno scatto dopo un pasto comune a un barbecue.

“Hanno un grosso squalo su questo grande tavolo, aperto e aperto”, ha spiegato Grant. “È sdraiato lì ma ha tutti i gamberi dentro. La testa, onestamente con bontà, era enorme. Non ho mai pensato a nient’altro.”

“Torniamo tutti in albergo. Comincia a guardarmi, puoi dire con un sorrisetto che qualcosa non va. Ha detto: ‘Buona notte, ci vediamo domattina.'”

“Ho messo giù i piedi. Il letto è bagnato. Ho lasciato uscire il cigolio e sono saltato su. La testa dello squalo giaceva sul fondo del mio letto.”

“Esce dalla porta dell’hotel. Lo inseguo e gli lancio un estintore. Tutti fuori dalla stanza dicono: ‘Cosa sta succedendo?'” Tutti si stanno uccidendo dalle risate, è stato davvero divertente.

“Paolo ha scritto il suo libro. Racconta questa storia. Quando sono l’allenatore del Norwich andiamo a Ipswich, che è un derby locale. Tutti i tifosi di Ipswich hanno la testa di pesce. Pensano che io abbia una fobia. A riguardo!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.