Guerra in Ucraina: Putin in Bielorussia, droni Kamikaze prendono di mira Kiev e Zelensky chiama

1. Putin si dirige in Bielorussia tra le crescenti preoccupazioni in Ucraina

Vladimir Putin è arrivato lunedì nella vicina Bielorussia per colloqui con il suo omologo Alexander Lukashenko, mentre le forze russe si preparano a tenere esercitazioni lì tra i nervi a Kiev che il paese potrebbe diventare ancora una volta una base per un nuovo assalto all’Ucraina.

Il presidente Volodymyr Zelensky ha affermato che l’Ucraina è pronta a tutti i possibili scenari di difesa contro Mosca e il suo alleato.

“Proteggere i nostri confini sia con la Russia che con la Bielorussia è la nostra costante priorità”, ha detto Zelenskyj dopo l’incontro di domenica con il massimo comando militare ucraino. “Ci stiamo preparando per tutti i possibili scenari difensivi”.

I funzionari di Kiev hanno avvertito per mesi che la vicina Bielorussia – uno dei più stretti alleati della Russia – potrebbe unire le forze con le forze russe e ancora una volta servire da trampolino di lancio per una nuova offensiva per formare un secondo fronte nella guerra durata mesi.

La Bielorussia ha permesso che il suo territorio fosse utilizzato come punto di partenza per l’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca il 24 febbraio, ma non si è unita direttamente ai combattimenti. Lukashenko ha ripetutamente affermato che non intende inviare truppe del suo paese in Ucraina.

L’agenzia di stampa russa Interfax ha riferito, citando il ministero della Difesa russo, che le truppe russe trasferite in Bielorussia a ottobre condurranno esercitazioni tattiche a livello di battaglione.

2. Mosca respinge le accuse secondo cui Putin sta spingendo la Bielorussia nel conflitto

L’agenzia di stampa RIA Novosti ha affermato che Mosca ha negato che la visita di Putin in Bielorussia avesse lo scopo di spingere Minsk a essere coinvolta più direttamente nella guerra in Ucraina.

READ  AOC prende in giro Lindsey Graham per aver chiesto a Ketanji Brown Jackson

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che tali rapporti erano “infondati” e “stupidi”.

La visita di Putin a Minsk è la prima in più di tre anni.

Il Cremlino descrive il viaggio del presidente russo, il primo in Bielorussia in tre anni e mezzo, come una vera e propria “visita di lavoro”.

3. Mosca lancia droni “kamikaze” su Kiev

Lunedì la Russia ha lanciato un attacco di droni “kamikaze”, colpendo le infrastrutture chiave dentro e intorno alla capitale ucraina, Kiev.

Nel terzo attacco aereo russo su Kiev in sei giorni, l’aviazione ucraina ha riferito che le sue difese aeree hanno abbattuto 30 dei 35 droni in arrivo.

Da ottobre, la Russia ha attaccato le principali infrastrutture ucraine e la sua rete elettrica, causando diffuse interruzioni di corrente a causa delle rigide condizioni meteorologiche invernali.

Secondo le prime informazioni, il sindaco di Kiev ha affermato che nessuno è stato ucciso o ferito negli attacchi di lunedì.

Oleksey Kuleba, governatore della regione di Kiev, ha dichiarato su Telegram che i sistemi di difesa aerea erano operativi nella regione. “Rimani in rifugi e luoghi sicuri fino a quando l’allerta non sarà terminata. Prenditi cura di te stesso e dei tuoi cari.”

Si sono sentite diverse esplosioni, ma non è stato subito chiaro se fossero i sistemi di difesa aerea a distruggere i droni o i droni a colpire i loro obiettivi.

4. Zelenskyj chiede ai leader occidentali più armi

Lunedì, Zelensky ha chiesto ai leader occidentali riuniti in Lettonia, incluso il primo ministro britannico Rishi Sunak, di aumentare le forniture di armi per aiutare a porre fine prima alla guerra.

Gli alleati occidentali, guidati dagli Stati Uniti, sostengono l’Ucraina con finanziamenti, addestramento militare e armi, ma Kiev ha affermato che è necessario di più per consentire loro di battere la Russia.

READ  Preoccupazioni per il personale del British Council intrappolato in Afghanistan nonostante l'hacking | Afghanistan

Zelensky ha detto durante il suo discorso in collegamento video ai leader dei paesi del Combined Expeditionary Force britannico: un raduno guidato dai paesi del Nord Europa.

Rivolgendosi a Sunak, il presidente ucraino ha detto: “Vi chiedo di aumentare la possibilità di fornire al nostro Paese sistemi di difesa aerea e di contribuire ad accelerare le decisioni rilevanti prese dai nostri partner”.

“Uno scudo aereo al 100% per l’Ucraina. Sarà una delle stazioni di maggior successo contro l’aggressione russa, e queste cose sono necessarie ora”, ha aggiunto.

Senza affrontare direttamente la richiesta, Sunak ha affermato che i leader “parleranno del modo migliore” per sostenere Kiev.

Zelensky ha rivolto anche una velata critica alla Germania – che non fa parte dell’assemblea e non è presente alla conferenza – dicendo che “non c’è spiegazione” perché l’Ucraina non sia stata rifornita di carri armati Leopard di fabbricazione tedesca.

La Joint Expeditionary Force è stata istituita per rispondere rapidamente alle crisi nel Nord Europa ed era composta da Danimarca, Estonia, Finlandia, Islanda, Lettonia, Lituania, Paesi Bassi, Norvegia e Svezia.

5. I droni russi stanno sorvolando una centrale nucleare ucraina, riporta Energoatom

L’Agenzia per l’energia atomica ucraina ha accusato la Russia di ignorare la sicurezza nucleare inviando un drone “kamikaze” su parte della centrale nucleare nel sud dell’Ucraina nella regione di Mykolaiv poco dopo la mezzanotte di lunedì.

Energoatom ha affermato che il drone di fabbricazione iraniana è stato avvistato alle 00:46 sopra la stazione e ha affermato di sollecitare la comunità nucleare internazionale a proteggere i siti atomici dai combattimenti.

“Questa è una violazione assolutamente inaccettabile della sicurezza nucleare e radiologica”, ha scritto Energoatom su Telegram.

READ  Oxford / AstraZeneca Vaccine: The British regulator approves another coronavirus vaccine

La Russia attualmente gestisce un’altra centrale nucleare ucraina, il complesso Zaporizhzhia, il più grande d’Europa, vicino alle linee del fronte nel sud-est dell’Ucraina. Sono in corso trattative per creare una zona di sicurezza attorno all’impianto.

Entrambe le parti si accusano a vicenda di mettere in pericolo la sua sicurezza e di rischiare un incidente nucleare.

A ottobre, Putin ha decretato il trasferimento dello stabilimento di Zaporizhzhya da Energoatom a una filiale di Rosatom, una mossa che Kyiv ha definito equivalente a un furto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.