Guerra in Ucraina: le forze russe si impadroniscono di una centrale elettrica chiave: spingono più truppe a sud nella nuova campagna | notizie dal mondo

Le forze russe hanno preso il controllo della seconda centrale elettrica più grande dell’Ucraina e stanno spingendo il “numero massimo di truppe” in tre regioni principali del sud.

I passi coraggiosi sono arrivati ​​​​tra le aspettative di un contrattacco ucraino con il presidente Volodymyr Zelensky giurando di restaurare la città meridionale di Kherson, che cadde in Russia nei primi giorni della guerra.

Mercoledì, le forze sostenute dalla Russia hanno affermato di aver catturato la centrale a carbone di Vohlhersk di epoca sovietica, in quello che è stato il primo grande guadagno di Mosca in più di tre settimane.

Tuttavia, Oleksiy Aristovich, consigliere del presidente ucraino, lo ha definito solo un “piccolo vantaggio tattico” per la Russia.

Mosca ha confermato che stava procedendo a una “ridistribuzione su larga scala” delle truppe in tre regioni meridionali: Melitopol, Zaporizhia e Kherson.

immagine:
Kherson è stato duramente colpito dal conflitto poiché molte case sono state bombardate

Rapporti non verificati hanno affermato che le forze russe hanno attaccato la città di Mykolaiv con più lanciarazzi.

Ma le forze ucraine nel sud hanno affermato di aver ucciso 66 soldati nemici e distrutto tre carri armati e due depositi di armi nelle ultime 24 ore.

L’agenzia di stampa Reuters ha anche affermato che l’Ucraina ha bombardato un importante ponte sul fiume Dnipro a Kherson e lo ha chiuso al traffico.

Funzionari russi, senza controllo, hanno detto che si sarebbero semplicemente rivolti a ponti e traghetti per attraversare le truppe.

“Stiamo facendo tutto il possibile per garantire che non ci siano opportunità logistiche per le forze di occupazione nel nostro paese”, ha detto il presidente Zelensky nel suo discorso serale al suo paese.

Gli Stati Uniti offrono un accordo di scambio di prigionieri alla Russia per il rilascio di due americani

Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha detto che intende avere una conversazione telefonica con il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, il primo tra i diplomatici da prima dell’inizio della guerra.

Tuttavia, il sig. Blinken ha sottolineato che l’appello, atteso nei prossimi giorni, non sarebbe un “negoziato sull’Ucraina”. Ha detto che qualsiasi colloquio sulla fine della guerra dovrebbe essere tra Kiev e Mosca.

Uno degli argomenti che si ritiene siano sul tavolo è a Gli Stati Uniti hanno offerto alla Russia di rilasciare la star della WNBA Britney Grenier e
L’ex marine americano Paul Whelan
Entrambi sono attualmente nelle carceri russe.

Nel frattempo, la Russia ha tagliato i flussi di gas verso l’Europa mercoledì in una situazione di stallo energetico con l’Unione Europea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.