Gran Premio d’Italia: Charles Leclerc al comando con la Ferrari

Il Gran Premio d’Italia di domenica va in onda in diretta su BBC Sport

Charles Leclerc della Ferrari ha preso il comando nel Gran Premio d’Italia davanti a Max Verstappen della Red Bull.

Rivelato da un entusiasta Tiffus, Leclerc ha battuto il leader del campionato mondiale Max Verstappen della Red Bull di 0,145 secondi.

Verstappen, uno dei nove piloti ad avere una penalità in griglia, sarà ridotto al settimo posto in griglia.

George Russell della Mercedes, che si è qualificato sesto, partirà secondo, davanti a Lando Norris della McLaren.

Carlos Sainz della Ferrari, Sergio Perez della Red Bull e Lewis Hamilton della Mercedes, che si sono qualificati per il terzo, quarto e quinto posto, sono tutti caduti in rete con il più grande rigore di Verstappen.

Sainz e Hamilton sarebbero partiti al 18° e 19° posto dopo che le penalità per l’utilizzo di troppe parti del motore hanno portato in fondo alla griglia.

Perez, con una penalità più bassa per aver preso meno componenti nuovi del motore, partirà in 13° posizione.

1926-2022, la vita della regina Elisabetta II è stata segnata sul fronte di una Red Bull
Diverse band hanno reso omaggio alla regina Elisabetta II dopo la sua morte giovedì

Ferrari in pole in casa

Il magnate di Leclerc è il primo Ferrari a correre in casa dopo l’impresa monegasca del 2019.

Successivamente, Leclerc ha continuato a rimandare Hamilton per vincere la gara e quest’anno potrebbe affrontare la stessa lotta con Verstappen, che è ampiamente previsto che si muova rapidamente dalla sua posizione di partenza, come ha già fatto molte volte quest’anno.

Verstappen ha vinto in Ungheria dal 10° posto in griglia e in Belgio dal 14°.

Leclerc ha detto: “È fantastico. Non è stata una sessione di qualifiche facile. Sapevo che c’era molto potenziale nella macchina ma non potevo mettere tutto insieme e nell’ultimo giro sono riuscito a farlo.

“La macchina è stata fantastica per tutto il weekend e spero davvero di poter finire come nel 2019”.

READ  Midnight Obsession! Michael Keisa Colby calls Covington "the hardest fight"

Il giro è stato molto buono, solo il primo settore sembrava che fossimo un po’ lenti – un po’ di velocità sul rettilineo, un po’ di mancanza di aderenza, ha detto Verstappen, che è 109 punti di vantaggio su Leclerc e in corsa per il secondo titolo le tre gare successive, ma il resto del giro è stato forte.

“Abbiamo scelto un carico aerodinamico (livello) più alto rispetto ad alcune delle altre vetture e abbiamo ritenuto che la gara fosse buona, quindi non vedo l’ora di correre.

“Ho solo bisogno di un giro pulito e di pulire le macchine davanti molto velocemente e poi penso che abbiamo buone possibilità.

“Mi aspetto ancora di arrivare a Charles, e poi sarà una piccola lotta”.

Sulla possibilità che Verstappen vinca, Russell ha detto: “Dovresti essere piuttosto stupido per scommettere contro questo. Deve solo tenere il naso pulito per i primi giri e scatterà verso la vittoria. Cercheremo di finire prima di Charles. Sarà una gara emozionante”.

La Mercedes era in lotta sia per la pole position che per la vittoria in Olanda una settimana fa, ma si è qualificata a più di 1,5 secondi dal vantaggio a Monza, dove le caratteristiche ad alta velocità della pista non si adattavano alla loro vettura.

“Non meritiamo di essere secondi solo alla prestazione di oggi”, ha detto Russell. “E’ stata ancora una volta una sessione frustrante perché non sembra che siamo in grado di mettere la macchina in un posto così bello.

“Alla fine della giornata, quella era la scorsa stagione. Al secondo posto, avremo una macchina da corsa più veloce, forse non abbastanza veloce per combattere con Max e forse Charles.

READ  Ronaldo torna in Portogallo mentre la Juventus lotta per mantenere l'élite europea

“Non capiamo ancora perché le nostre prestazioni fluttuano così tanto, ma almeno abbiamo un’auto da corsa veloce”.

Monza
La Ferrari festeggia in questa gara il suo 75° anniversario

dietro la prima fila

Norris sarà affiancato in seconda fila dal compagno di squadra McLaren Daniel Ricciardo, mentre il pilota dell’Alpha Torri Pierre Gasly e Fernando Alonso sono passati dal nono e decimo al quinto e sesto.

Alonso ha cercato così lontano questo fine settimana per avere il miglior ritmo di gara per quel gruppo, ma ha lottato in qualifica.

Il campione è stato abortito due volte al suo primo giro nell’ultima sessione e poi il secondo è stato eliminato per aver superato i limiti della pista nel secondo per risalire nell’ultimo giro.

“Il terzo trimestre non è andato bene”, ha detto Alonso. “Ho provato due round ma neanche il primo round è andato bene. Quindi mi dispiace per la squadra di non averne provato uno insieme. Anche questo giro che ho messo insieme è stato sufficiente per essere un ottavo posto quindi sembra che noi “Manca un po’ di prestazione in qualifica. Vediamo se possiamo migliorare (in gara)”.

Norris ha detto che teme che la tendenza della McLaren a lottare con l’usura delle gomme in gara renderà difficile il pomeriggio.

“Abbiamo apportato alcuni miglioramenti, ma il ritmo di gara di Fernando, in particolare, ieri sembrava molto buono”, ha detto Norris. “Sabato siamo forti, ma domenica è quella in cui non siamo sempre stati in grado di fornire e mantenere le nostre prestazioni a partire da sabato”.

Hamilton e Sainz possono salire?

Hamilton, che inizia nell’ultima fila con Yuki Tsunoda di Alpha Touri, ha detto di temere che sarebbe stato difficile avanzare in campo.

Teme di rimanere intrappolato nel cosiddetto “treno DRS”, in cui un gruppo di auto che lavorano a stretto contatto beneficiano tutti dell’assistenza del sorpasso del DRS e quindi nessuno di loro può passare.

READ  Ronaldo vince i premi "Giocatore dell'anno" e "Gol della stagione"

Il numero delle sanzioni – quasi la metà della rete è stata ridotta – è stato oggetto di alcune critiche, ma i capi squadra e i piloti hanno indicato che il sistema è in atto per contenere i costi.

Ogni pilota è limitato a un totale di tre propulsori per la stagione e qualsiasi utilizzo di qualsiasi parte del motore al di sopra di quel numero comporta una penalità.

Di solito le squadre prendono quelle penalità su circuiti ad alta velocità come Monza e Spa-Francorchamps in Belgio, dove i sorpassi sono più facili e quindi la penalità è meno dannosa.

Il capo del team Mercedes, Toto Wolff, ha affermato che senza il sistema di penalità, i produttori avrebbero prodotto motori appositamente qualificati, con conseguente aumento dei costi.

Insieme a Verstappen, Sainz, Perez, Hamilton e Tsunoda, unico nel penalizzare le infrazioni alla guida piuttosto che utilizzare molti motori o cambi, gli altri piloti penalizzati sono l’Alpino Esteban Ocon, l’Alfa Romeo Valtteri Bottas e Haas Kevin Magnussen e Mick Schumacher.

Questi hanno spinto l’olandese Nick de Vries, al suo debutto all’ultimo minuto con la Williams, nella top ten della Williams. Inizierà alle otto.

De Vries è stato reclutato sabato mattina dopo che al pilota regolare Alex Albon è stata diagnosticata un’appendicite e si è qualificato al 13° posto, davanti al compagno di squadra Nicholas Latifi nella prima sessione, abbastanza per passare alla seconda qualifica mentre il canadese è stato eliminato. nella prima sessione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.