Gli ucraini in Italia hanno organizzato una manifestazione a sostegno del drammaturgo Lawrence

La comunità ucraina ha organizzato una manifestazione a Milano il 15 gennaio per impedire la deportazione del drammaturgo ucraino in Russia.

“Evgen può essere deportato in Russia, dove è partito nel 2014 dopo l’occupazione della Crimea e l’invasione russa dell’Ucraina. Gli avvocati di Evgenij stanno ora cercando di impedirgli di essere espulso. A “, Lesya Saibak, co-organizzatrice del raduno, ha pubblicato su Facebook.

Secondo Natalia Gutrick, corrispondente di Radio Free Europe/Radio Liberty, i principali media italiani iniziano a scrivere sulla detenzione di Yevon Lavrenzuk: “Regista ucraino arrestato a Napoli. Rivincita politica russa”. La prima edizione del Corriere Della Serra è molto completa e imparziale, citando fonti di informazione ucraine (Ministero degli Affari Esteri, Difensore civico del direttore).

“È positivo. C’è speranza che i media locali sfuggiranno alla marea della propaganda russa. Speriamo che sia così”, ha detto Goodrick.

Per saperne di più: Il MAE dell’Ucraina segue da vicino la custodia del regista teatrale Lawrence In Italia

Il commissario parlamentare ucraino per i diritti umani Lyudmila Denisova ha testimoniato che il regista ucraino Yevgen Lavrenzuk è stato detenuto in Italia, testimoniando che la Russia ha abusato della legge dell’Interpol e ha abusato della guerra ibrida per perseguitare gli ucraini.

Il 17 dicembre 2021, Yevgeny Lawrensuk, regista del Dramma ucraino, candidato al Premio Nazionale Shevchenko, ex direttore del Teatro dell’Opera e del Balletto di Odessa e rettore del primo Teatro e Scuola di Cinema ucraino, è stato arrestato in Italia. È detenuto presso il Centro di custodia cautelare italiano in relazione alla richiesta di estradizione della Russia. Secondo la richiesta, Lawrenzuk avrebbe commesso un reato mentre si trovava in Russia 8 anni fa. La parte italiana sta esaminando questa richiesta. I dettagli del caso non sono ancora stati resi noti, ma il regista è stato accusato di presunta cattiva condotta finanziaria in Russia.

READ  Draghi, primo presidente della banca italiana, insiste su nuove regole per Mattarella

Lawrenzuk riceve il sostegno dell’ambasciata ucraina in Italia ed è un avvocato che cerca di impedirgli di essere deportato in Russia.

vecchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.