Gli ucraini fuggono dal bombardamento di Kobjansk mentre le forze russe cercano di rallentare la loro avanzata | Ucraina

I civili ucraini sono fuggiti domenica dai pesanti combattimenti, mentre le forze armate russe hanno cercato di respingere qualsiasi ulteriore drammatica avanzata delle forze ucraine nel nord-est del paese.

Auto piene di famiglie si sono riversate nella città di Kobjansk, che Ucraina È stato sequestrato poco più di una settimana fa come parte di uno straordinario contrattacco. I residenti hanno detto di essere stati costretti ad andarsene a causa dei pesanti bombardamenti giorno e notte. Dissero che i russi stavano bombardando la città ei villaggi circostanti.

In pochi giorni, l’Ucraina è riuscita a recuperare quasi l’intera regione di Kharkiv, liberando almeno 300 insediamenti. Il morale delle forze russe si ritirò su una nuova linea difensiva sulla riva orientale del fiume Uskil, a circa 10 miglia dalla città di Izium, in gran parte distrutta. Aharon Sono fuggiti attraverso il confine per tornare in Russia.

Kupiansk, un nodo ferroviario strategico, si trova su entrambe le sponde del fiume. È sulla nuova linea del fronte dopo che le forze ucraine venerdì hanno attraversato la riva destra. Ora sono pronti ad avanzare ulteriormente nella provincia di Luhansk, controllata interamente dal Cremlino e dai suoi delegati locali da giugno, e in parte dal 2014.

La gente del posto a Kobyansk ha detto che era stato loro chiesto di evacuare e che il suono delle esplosioni era molto forte. La città ora era senza elettricità e acqua ed era difficile ottenere una corretta connessione telefonica, hanno detto, aggiungendo che le persone si nascondevano nei loro seminterrati o si rifugiavano nel loro garage.

Il governatore della regione di Kharkiv, Oleh Senehubov, ha affermato che quattro medici sono rimasti uccisi e due pazienti sono rimasti feriti dopo che le forze russe hanno aperto il fuoco contro un ospedale psichiatrico nel villaggio di Strelicia. La struttura era in fase di evacuazione e il personale medico stava trasportando i pazienti dall’ospedale quando sono stati attaccati.

Domenica, gli autobus che trasportavano civili verso la città di Shevchenkov erano fuori dal raggio di artiglieria. Centinaia di persone che hanno trascorso sei mesi sotto occupazione hanno fatto la fila nella piazza centrale per registrarsi presso le autorità. Altri hanno guidato in Ladas distrutte e hanno aspettato sul ciglio della strada ai posti di blocco.

Abbiamo passato due giorni seduti nel nostro seminterrato. “Era impossibile continuare così, quindi abbiamo deciso di partire”, ha detto Valery Prihodko. Ha detto che lui ei suoi parenti erano fuggiti da Kobjansk e non avevano piani chiari su dove sarebbero andati dopo. “Il combattimento è molto brutto”, ha detto.

Veicoli blindati ucraini sono stati visti sulla strada per Kobjansk. L’unità delle forze speciali Kraken, che è stata istituita a Kharkiv a marzo, ha affermato di avere il controllo della città in prima linea. Ha preso parte attiva all’attacco lampo di questo mese, in cui l’Ucraina ha riconquistato 300 insediamenti e un’area grande la metà del Galles.

L’unità ha rilasciato un video di soldati russi uccisi in combattimento. Sabato, ha pubblicato un secondo video che mostra i prigionieri russi che ridipingono il cartello d’ingresso di Kobyansk con il blu e il giallo della bandiera ucraina. Ripuliscono da soli i loro rifiuti. Non resta che costringere questi bastardi a ricostruire tutto ciò che hanno distrutto”, si legge nel messaggio.

La Russia ora rischia di perdere Lysichansk, una delle principali città del Donbass che ha conquistato durante l’estate dopo mesi di pesanti combattimenti. Secondo l’Institute for the Study of War, il Cremlino non è riuscito a inviare rinforzi su larga scala. Il centro ha affermato di essere stato oggetto di un contrattacco ucraino, mentre effettuava un attacco futile e “automatico” alla città di Bakhmut.

Il presidente Volodymyr Zelensky ha dichiarato domenica che le sue forze armate ripeteranno il loro successo nella regione di Kharkiv in altre regioni occupate del paese, inclusa la città meridionale di Kherson. “Ovunque ci sarà l’Ucraina, lì ci sarà la nostra bandiera. Queste atrocità – il fascismo russo, ripetendo quello che hanno fatto i nazisti – non rimarranno da nessuna parte Ha scritto sul suo canale Telegram.

Zelensky ha affermato che la Russia ha istituito camere di tortura in più di 10 regioni nord-orientali che ha occupato. Si trovavano nel seminterrato del dipartimento di polizia nella città di Izyum, così come a Kobyansk e in una stazione ferroviaria nella città di Kozacha Luban. investigatori russi Fornire scosse elettriche alle vittime utilizzando un telefono da campo militare.

Domenica, la polizia e gli investigatori forensi hanno continuato a recuperare i corpi Una fossa comune in una pineta alla periferia di Izyum. Tra i morti – 443 dei quali da febbraio – più di 20 soldati ucraini. I pubblici ministeri affermano che molti di loro avevano le mani legate insieme, con segni di tortura, inclusi arti rotti.

La Repubblica Ceca, che detiene la presidenza di turno dell’Unione Europea, ha chiesto la creazione di un tribunale internazionale per i crimini di guerra dopo la scoperta di Izium. “Nel 21° secolo, tali attacchi contro la popolazione civile sono inimmaginabili e riprovevoli”, ha affermato il ministro degli Esteri del Paese, Jan Lebavsky.

Non dobbiamo trascurarlo. Aggiunto in un messaggio su Twitter. Chiedo la rapida istituzione di un tribunale internazionale speciale per giudicare il crimine di aggressione.

READ  Gli incendi boschivi causano ulteriori distruzioni in Turchia e Grecia | notizie sull'ambiente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.