Gli squali sono così antichi che hanno fatto il giro della galassia due volte (finora)

Ecco un modo divertente di pensare alle linee temporali evolutive: gli squali esistono da così tanto tempo che probabilmente hanno fatto il giro della Via Lattea due volte.

Proprio come la Terra ruota attorno al Sole, il Sole (con tutti i pianeti che orbitano attorno ad esso) Giri Circa il centro della galassia. Ci muoviamo a circa 828.000 chilometri orari, a una distanza di circa 28.000 anni luce dal centro galattico. Ti risparmieremo la fatica di provare a leggere il numero esatto di Pi dalla memoria e di fare i tuoi calcoli e riveleremo che questo significa che stiamo cambiando direzione 230 milioni di anni (Le stime indicano tra 225 e 250 milioni di anni terrestri) per completare un’orbita attorno al centro galattico della Via Lattea.

È una quantità di tempo insondabile. Per rendere le cose più difficili (o forse meno, non possiamo decidere del tutto) questo significa che gli squali, che si sono evoluti circa 450 milioni di anni fa, hanno raggiunto il nostro pianeta attorno alla galassia due volte. In altre parole più soddisfacenti, sono circa due Anni galattici vecchio.

Molte cose sono cambiate sulla Terra durante questi due anni galattici. Non sembro un comico che cerca di fare una battuta su “Yo Mama”, ma gli squali sono così antichi che si sono evoluti prima degli alberi, che per primi arrivarono quasi sulla terraferma 390 milioni di anni fa. Mentre gli squali cambiarono, ma alla fine rimasero squali, i primi dinosauri si evolsero dalle lucertole e godettero di una vita straordinaria per 165 milioni di anni prima di essere spazzati via.

READ  La nuova piattaforma di editing epigenome consente una programmazione precisa delle modifiche epigenetiche

Gli squali continuarono a non estinguersi durante altri quattro eventi di estinzione, probabilmente a causa della loro diversità.

“Penso che si possa affermare con certezza che ciò sia in parte dovuto alla capacità degli squali di sfruttare diverse parti della colonna d’acqua – dagli oceani profondi e scuri ai mari poco profondi e persino ai sistemi fluviali”, ha affermato Emma Bernard, curatrice dei pesci fossili presso il istituto. Museo di Storia Naturale Ha detto nel pezzo Per il museo. “Mangiano una vasta gamma di prodotti alimentari, come plancton, pesci, granchi, foche e balene. Questa diversità significa che gli squali come gruppo hanno maggiori probabilità di sopravvivere se le cose cambiano negli oceani.”

Durante questo periodo, se si fossero presi il tempo di installare i telescopi mentre orbitavano attorno alla galassia, avrebbero visto la creazione degli anelli di Saturno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *