Gli affari indiani tornano ai livelli del 2019: Ritu Mehrotra di Booking.com

I soggiorni più lunghi tra 3 e 7 giorni rappresentano il 54% delle ricerche globali, mentre i soggiorni superiori a 8 giorni rappresentano il 20% delle ricerche sul portale di viaggi Booking.com. L’attività di Gateway in India è tornata ai livelli del 2019 e si sta già “muovendo nella giusta direzione verso la normalità”, ha affermato Reto Mehrotra, Direttore commerciale per l’Asia del Pacifico, la Cina e l’Oceania.

Con il forte ritorno dei viaggi di piacere, le prenotazioni dell’aprile 2022 dell’azienda sono già migliori dei livelli di aprile 2019.

Booking.com, che fa parte di Booking Holdings, quotata al Nasdaq, ha registrato un totale di prenotazioni (a livello globale) di circa $ 27 miliardi. Per Gateway, marzo 2022 è stato il primo mese in cui le prenotazioni totali hanno superato i 10 miliardi di dollari in un solo mese, con un aumento del 17% rispetto a marzo 2019.

Secondo Mehrotra, l’India è “già più alta di un punto percentuale”, con i viaggi nazionali in aumento e quelli internazionali che iniziano a crescere. I viaggi d’affari, tra l’altro, sono anche “sgattaioli”. Le destinazioni della metropolitana sono state tra le prime catturate, mentre i luoghi di svago come Goa, Ooty, Mcleodganj, Manali, Rishikesh e Gangtok sono tra le popolari destinazioni estive.

Le destinazioni preferite per i viaggi internazionali includono Regno Unito, Stati Uniti, Francia, Italia, Thailandia, Canada e Singapore.

“Le tariffe giornaliere medie (ADR) negli hotel sono aumentate e le persone stanno optando per la flessibilità dell’alloggio in cui è possibile un cambiamento dei piani di viaggio, viaggi sostenibili e tempi di soggiorno più lunghi sono altre tendenze a venire. Si vedono anche modelli ibridi business e leisure per un periodo settimanale o mensile e sembra di essere qui per restare.”. linea di affari.

READ  La liquidità in uso è ora il 14,5% del PIL

Riferendosi ai dati globali, Mehrotra ha affermato che la crescita costante dell’ATM rispetto al 2019 è accelerata dal 13% nel quarto trimestre (ottobre-dicembre) al 18% nel primo trimestre (gennaio-marzo).

Tra alcune delle tendenze recenti, i viaggiatori indiani hanno iniziato a cercare sistemazioni in cui sono ammessi gli animali domestici e, di conseguenza, l’azienda ha scelto di includere un nuovo filtro nella sua finestra di prenotazione.

Un’altra tendenza degna di nota è che le finestre di prenotazione sono del 30-40% più brevi per i viaggiatori nazionali o in entrata.

Secondo Mehrotra, gli indiani hanno anche iniziato a esplorare sistemazioni alternative come parte dei loro piani di viaggio. I soggiorni qui durano “più di 2 settimane” e di solito includono case, ville, case sulla spiaggia, bungalow, case sugli alberi e altro ancora.

Booking.com ha attualmente oltre 880.000 strutture segnalate (55.000 strutture) in India, di cui oltre 140.000 nello spazio di alloggio alternativo.

pubblicato in

24 maggio 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.