Gaiba, Italia | Van Uytvack vince il suo primo campionato WTA 125 ‘Gaibledon’

La belga Alison van Uytvack, testa di serie, ha vinto il Veneto International Open Confindustria Venezia e Rovigo senza perdere un set, culminando con una vittoria finale per 6-4, 6-3 sull’italiana Sarah Errani in 68 minuti domenica.

Il campo era duro, quindi devi essere aggressivo. Cerca di andare in rete il più velocemente possibile. Servire bene, preparare bene ed essere sempre concentrati. Questo è quello che devi fare sul prato. Alison van Uytvanck

A Gaiba, paese di non più di 1.000 abitanti, si svolge il Veneto Open, che la rende la città più piccola al mondo ad ospitare i Campionati WTA e la prima in Italia ad essere giocata su erba naturale negli ex campi di calcio, mentre il Veneto Open ospite di tennis è stato chiamato Il club soprannominato “Gaibledon” in onore di Wimbledon.

È il terzo trofeo professionistico di Van Uytvanck a livello WTA125, dopo Taipei 2013 e Limoges 2021, mentre il belga ha vinto anche 5 titoli WTA 250, l’ultimo a Nur-Sultan lo scorso settembre.

La serie di titoli continua nella brillante stagione 2022 del belga sull’erba, con il record di quest’anno sul tetto di 12-1, avendo anche trionfato al Surbiton ITF W100 due settimane fa e l’unica sconfitta durante quel periodo. Il tie-break del terzo set contro Aryna Sabalenka nei quarti di finale dell’S-Hertogenbosch la scorsa settimana.

“Non me lo aspettavo affatto”, ha detto Van Uytvack in seguito. “Volevo solo ottenere quante più partite possibili sull’erba.

“Non avrei mai pensato di poter vincere 12 partite, spero solo di tenerlo per altre due settimane e di fare una bella corsa anche a Wimbledon.

READ  Tanguy Ndombele e Dele Alli sono tra i giocatori del Tottenham che hanno esaurito le possibilità di Antonio Conte di dimostrare il proprio valore

“Poter giocare 7-6 al terzo posto con uno come Sabalenka, che è nella top 10 da diversi anni, significa qualcosa per me.

“Il livello è lì. Il battito [Elise] Mertens, che è tra i primi 30 da quattro o cinque anni. Sono cose che ti danno fiducia”.

Alison van Uytvanck sta producendo un’impressionante gara su erba

Creativo

Van Uytvanck ha prosperato sull’erba per tutta la sua carriera e l’anno scorso ha anche vinto il titolo ITF W100 di Nottingham mentre, nel 2018, ha sconvolto la campionessa in carica Garbiñe Muguruza in rotta verso il quarto round di Wimbledon.

La combinazione di servizio superbo e abilità con le mani superbe della 28enne è stata ancora una volta in mostra sui campi del salto basso di Gaiba, dove solo Harmony Tan in semifinale l’ha portata al tie-break.

Il talento dell’ex classificata mondiale 5 Errani è stato anche rafforzato dalle condizioni a Gaiba e, sebbene la classifica dell’italiana sia scesa al numero 213, la sua abilità e capacità di superare in astuzia la rete sono state in mostra questa settimana.

L’iraniana ha iniziato il torneo con una vittoria per 6-2, 3-6, 7-5 sull’americana numero 2 Madison Pringle al primo turno, ed è andata alla prima finale su erba della sua carriera all’età di 35 anni.

L’italiana ha detto che il suo gioco sull’erba si basa sulla sua esperienza nel doppio e nel doppio, un gioco comune in Italia giocato su campi circa il 25% più piccoli del tennis che assegna le volée.

“Le è stata data brillantezza”, ha detto Erani dopo la vittoria in semifinale su Barry. “Ho il supporto dei tifosi italiani qui e della mia famiglia”.

Instagram

Detto questo, Van Uytvack ha dimostrato la sua potenza in finale, la numero 47 del mondo è caduta a soli 4 punti dalla prima di servizio, ha salvato 5 dei sei break point che ha affrontato e ha siglato il suo primo punto del torneo dopo che un iraniano ha segnato un rovescio sfera.

“Il campo era duro, quindi devi essere aggressivo”, ha detto in seguito Van Uytvack. “Cerca di entrare nella rete il più rapidamente possibile.

“Servire bene, prepararsi bene ed essere sempre concentrati. Questo è quello che devi fare sull’erba”.

“C’era un aspetto in cui dovevi giocare più palloni corti e bassi perché non rimbalzavano tanto. Ho visto che anche Sarah lo stava facendo un po’.

“Era come se a un certo punto avessimo giocato più a scacchi che a tennis. Ma è divertente anche per qualcun altro vedere la partita in quel modo. Voi due vi divertite insieme e la persona migliore potrebbe vincere. Gli scacchi sono un nuovo sport!”

I due semifinalisti erano giocatori noti per il loro tocco e improvvisazione.

Tan ha sconfitto la terza testa di serie Lucia Bronzetti dell’Italia, 4-6, 6-2, 6-4, al secondo turno, ed è andato al quarto turno del torneo per la prima volta a qualsiasi livello nel 2022.

La sesta testa di serie Diane Barry della Francia, che ha suscitato scalpore al Roland Garros con la sua vittoria al primo turno sulla campionessa in carica Barbora Krejkova della Repubblica Ceca, ha continuato la sua brillantezza.

La 19enne aveva già ottenuto i suoi risultati più notevoli sulla terra battuta, ma il suo rovescio con una mano sola ha dimostrato di potersi muovere bene sull’erba battendo la tedesca Tatiana Maria sezionata senza sosta, 6-4 3-6 6-3 nel quarti di finale.

Instagram

Nel doppio, la coppia americana non classificata composta da Madison Brengle e Claire Liu è diventata anche campione del Gaiba senza perdere un set, battendo Vitalia Diatchenko e Oksana Kalashnikova della Georgia, 6-4, 6-3, per rivendicare il titolo.

Brengle e Liu avevano già vinto in precedenza il titolo WTA 125 in singolo, ma è stato il miglior successo in doppio per entrambi i giocatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.