Francia e Germania “premono l’Ucraina affinché utilizzi un accordo di pace impopolare” per evitare la guerra

Russia Non ha mostrato alcun segno che avrebbe rimosso i suoi proxy da Donetsk o Luhansk. Negli otto anni dall’inizio del conflitto, Mosca ha invece offerto la cittadinanza a più di 700.000 persone nella regione di Donetsk e Luhansk, compresi i leader separatisti.

Gran Bretagna Ha commentato poco gli accordi di Minsk dall’inizio della crisi, con Boris Johnson Invece, hanno sottolineato, l’Ucraina non può “dettare” le potenze mondiali su di essa.

Indicando che il governo ucraino è sotto pressione per arrendersi e iniziare ad attuare l’accordo senza nessuno ritiro russoMercoledì, un alto funzionario ha affermato che Kiev potrebbe prendere in considerazione la possibilità di sottoporre gli accordi a un voto a livello nazionale.

“Cosa resta da fare al nostro presidente? Chi può contare? Sul popolo ucraino”, ha detto martedì sera il vice primo ministro ucraino Irina Vereshchuk a Channel 1+1.

Alla domanda se il referendum fosse possibile, la signora Vereshock lo ha detto Volodymyr ZelenskyIl presidente dell’Ucraina “consente questa possibilità se non ci sono altre opzioni o strumenti rimasti”.

Vladimir Putin mantiene la sua posizione sugli accordi di Minsk

Intervenendo in una conferenza congiunta con il sig. Schulz, Il presidente russo Vladimir Putin Martedì, ha insistito sul fatto che la pace in Ucraina sarebbe stata possibile solo quando Kiev avrebbe iniziato ad attuare gli accordi di Minsk.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov si è lamentato mercoledì che i funzionari ucraini stavano “inviando segnali contrastanti” sul loro rispetto degli accordi di Minsk dopo la visita di Macron e del signor Schulz.

Da un lato, Kiev dichiara il suo impegno per gli accordi di Minsk. D’altra parte, vediamo affermazioni secondo cui il rispetto degli accordi di Minsk significherà il crollo dell’Ucraina”.

READ  Palestinian Authority restaurants begin the new year under the restrictions of the epidemic

Martedì, il parlamento russo ha approvato un disegno di legge Signor Putin Per riconoscere gli stati separatisti nell’Ucraina orientale, ma il presidente russo ha indicato che non lo avrebbe fatto immediatamente.

Alla domanda sulla proposta, Peskov ha detto mercoledì che il riconoscimento di Donetsk e Luhansk come stati indipendenti rovinerebbe l’accordo di Minsk: “Il presidente ha detto che l’attuazione di Minsk è la cosa principale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.