Eni-Sonatrach firma un accordo per aumentare le esportazioni di gas algerino in Italia

Il gruppo energetico Eni e Sonatrock hanno firmato un accordo per accelerare lo sviluppo dei giacimenti di gas in Algeria e la crescita dell’idrogeno verde, che mira ad aumentare le esportazioni di gas del Paese africano verso l’Italia.

L’Italia, che fa affidamento sul 40% delle sue importazioni di gas dalla Russia, sta spingendo per diversificare il proprio mix di approvvigionamento energetico mentre il conflitto si intensifica in Ucraina.

Per gli ultimi titoli, segui il nostro canale Google News online o tramite le app.

L’Algeria è il secondo più grande fornitore di gas italiano e il gasdotto di trasmissione – che va dall’Algeria attraverso la Tunisia all’isola italiana della Sicilia – invia gas algerino alle coste italiane dal 1983.

La produzione di gas prevista dalle aree oggetto dell’accordo giovedì è di circa 3 miliardi di metri cubi (pcm) all’anno e contribuirà alla capacità di esportazione dell’Algeria verso l’Italia attraverso il gasdotto di trasmissione, ha affermato Eni.

I vertici delle delegazioni italiana e algerina hanno firmato un memorandum d’intesa a Roma nel corso di una cerimonia alla presenza del Presidente dell’Algeria Abdelmadzit Debon e del Presidente del Consiglio Mario Draghi.

Le esportazioni di gas dall’Algeria verso l’Italia sono aumentate del 76% lo scorso anno a 21 miliardi di metri cubi, il 28% del consumo complessivo e il secondo fornitore dopo la Russia, 29 pezzi.

L’accordo consentirà a Sonatrach ed Eni di valutare l’efficienza del gas e le opportunità di rapida crescita in settori specifici che Sonatrach ha già esplorato in Algeria.

Il protocollo include anche una valutazione tecnico-economica del progetto pilota Green Hydrogen nella Bir Rebaa North (BRN) nel deserto algerino, con l’obiettivo di supportare la decarbonizzazione dell’impianto a gas BRN gestito dalla joint venture SONATRACH-Eni GSE.

READ  Volley-Giappone conquista la prima vittoria in 29 anni, l'Iran batte la Polonia in uno scontro epico

Eni è una delle principali società energetiche internazionali operanti in Algeria dal 1981.

leggi di più:

L’Unione Europea sta lavorando a un accordo sul gas con Egitto e Israele per aumentare le forniture

La Russia consente il flusso di gas Gazprom per 90 giorni per il marketing e il commercio

Oman e Iran hanno firmato accordi di cooperazione nei settori del petrolio e del gas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.