Dott è impaziente di lanciare l’e-scooter in Irlanda

Dott, società di e-bike con sede ad Amsterdam, ha dichiarato di voler implementare i suoi servizi a Dublino e in altre città irlandesi.

La scorsa settimana, il governo qui ha annunciato che stava portando avanti i piani per legalizzare gli elettrodomestici.

Dott attualmente gestisce più di 30.000 scooter elettrici in 16 città in Belgio, Francia, Germania, Italia e Polonia.

Lo scorso luglio ha vinto due delle più grandi offerte di mobilità di precisione in Europa, a Parigi e Lione.

Henri Moissinac, CEO e co-fondatore di Dott, ha affermato che l’azienda ha recentemente inviato una lettera al ministro dei Trasporti Eamon Ryan raccomandando l’implementazione di una serie di misure di sicurezza obbligatorie e standard di sostenibilità che le hanno viste operare efficacemente in altre città europee.

“Siamo davvero lieti di vedere che il governo irlandese sta portando avanti i suoi piani per regolamentare l’uso degli e-scooter sulle strade irlandesi e siamo entusiasti di avere l’opportunità di portare la migliore tecnologia per gli e-scooter Dott che hanno è stato utilizzato in altre capitali europee a Dublino e oltre “, ha affermato Moisenac.

Moissinac ha affermato che le raccomandazioni sulle misure di sicurezza per l’uso degli scooter elettrici sulle strade irlandesi includono un’età minima di 16 anni, i caschi obbligatori per i 16-18 anni, un limite di velocità di 25 km / h, un requisito per le aree di parcheggio designate e una necessità per i candidati al regime Fornire un’assicurazione completa per i passeggeri.

Duncan Robertson, direttore generale di Dot per il Regno Unito e l’Irlanda, ha affermato che la società era già in trattative con città di tutto il paese.

“Stiamo cercando di impegnarci con più parti interessate locali per garantire che i nostri dispiegamenti in Irlanda abbiano lo stesso successo di altri in più capitali e città europee finora”, ha affermato.

READ  Hochul consegna 1 milione di dollari al nuovo Little Italy Museum dopo che la concessione è stata negata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.