Dopo le accuse di abusi razziali contro il calciatore italiano Francesco Acerbi – Primo Post

Francesco Acerbi sarà ora processato per aver abusato di Juan Jesus. Reuters

Francesco Acerbi ha lasciato lunedì il ritiro dell'Italia in vista delle due amichevoli negli Stati Uniti. In un comunicato la Confederazione Italiana Calcio (FIGC) ha affermato che il difensore dell'Inter Acerbi ha fornito ai suoi compagni di squadra azzurri e all'allenatore Luciano Spalletti una “versione dei fatti”.

La FIGC ha continuato dicendo che Acerbi ha detto di non avere “alcuna intenzione di essere diffamatorio, denigratorio o razzista”, ma che sarebbe stato escluso dalla rosa di 28 convocati per affrontare Venezuela ed Ecuador nella difesa del titolo europeo dell'Italia.

Il difensore centrale della Roma Gianluca Mancini sostituisce Acerbi, indagato dalle autorità di regolamentazione della FIGC dopo che Jesus ha dichiarato di aver usato un insulto razzista durante l'1-1 dell'Inter contro il Napoli domenica sera.

Il brasiliano Jesus è stato visto protestare contro l'arbitro Federico La Penna, indicando lo stemma Keep Racism Out sulla sua maglietta e dicendo senza mezzi termini: “(Azerbi) mi ha chiamato negro”.

Dopo la partita, Jesus, autore del pareggio nel finale del Napoli, ha minimizzato l'incidente, dicendo che Acerbi aveva “oltrepassato il limite”.

“Si è scusato perché si è reso conto di aver esagerato… quello che succede in campo, resta in campo”, ha detto Jesus a DAZN.

Lunedì Jesus ha affrontato nuovamente l'accaduto su Instagram: “Ho difeso la mia squadra e i miei diritti come pensavo fosse giusto”.

L'agente di Acerbi, Federico Pastorello, ha successivamente negato che il suo cliente avesse insultato razzialmente Gesù in un'intervista a Radio Sportiva.

“C'è stato disaccordo in campo rispetto a quello che mi ha detto Acerbi, ma non ha detto niente di razzista”, ha detto Pastorello lunedì pomeriggio.

READ  Viaggiare in treno in Canada e in Italia è più stabile

“Per essere chiari, la parola 'negro' non viene utilizzata.”

La Serie A ha dichiarato all'AFP che martedì verrà pubblicato un rapporto regolare da parte dell'”arbitro del gioco” della divisione, Gerardo Mastrandria.

Il documento, che solitamente viene diffuso il giorno dopo ogni turno di partite, serve a confermare se Acerbi sarà indagato per l'accaduto.

Acerbi rischia una squalifica di almeno 10 partite se si scopre che ha abusato razzialmente di Gesù, e i funzionari potrebbero chiedere una squalifica più lunga se lo ritengono opportuno.

Un verdetto di colpevolezza metterebbe fine alla sua stagione da club con l'Inter che cerca di vincere il 20esimo scudetto, con qualsiasi squalifica che probabilmente verrà estesa a livello mondiale con gli Europei che inizieranno il 14 giugno.

Lo fa sapere l'Inter in un breve comunicato: “Incontreremo il giocatore il prima possibile per fare luce sui dettagli esatti di quanto accaduto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *