Donohoe mette in guardia contro tempi difficili mentre viene rieletto all’Eurogruppo – The Irish Times

Paschal Donohue è stato rieletto all’unanimità presidente dell’Eurogruppo dai colleghi ministri delle finanze della zona euro, poiché ha avvertito che l’area monetaria dovrà affrontare “tempi difficili”.

Il signor Donohue ha detto ai giornalisti che la zona euro sta affrontando tempi economici difficili, con una crescita incerta e un’inflazione in aumento a causa delle conseguenze dell’invasione russa dell’Ucraina.

Alla domanda sui vantaggi di avere un ministro irlandese in questa posizione, Donohoe ha detto che il destino dell’economia irlandese è strettamente legato a quello della zona euro.

“Quello che vorrei dire all’elettorato irlandese è che l’economia irlandese è piccola e aperta e la nostra prosperità, sicurezza e crescita sono eccezionalmente influenzate da ciò che accade all’interno della zona euro, con la quale condividiamo una valuta”, ha affermato.

La crescita dell’eurozona, la forza dell’euro sono tutti elementi fondamentali per la capacità di crescita dell’economia irlandese. Pertanto, ciò che desidero fare come persona che rappresenta un paese le cui prospettive sono state cambiate dall’Unione europea, è svolgere il mio ruolo nella crescita e nella sicurezza dell’euro nei prossimi anni, e svolgere a mia volta un ruolo nella crescita dell’economia irlandese”.

Il signor Donohue è emerso come l’unico candidato, spianando la strada per un secondo mandato di due anni e mezzo, che include la presidenza delle riunioni dei ministri delle finanze dei paesi che utilizzano l’euro.

Dovrebbe passare alla carica di ministro della spesa pubblica e delle riforme nel prossimo rimpasto di governo, il che significa che Michael McGrath del Fianna Fáil parteciperà probabilmente alle riunioni dell’Eurogruppo come ministro delle finanze e rappresentante per l’Irlanda.

turbolenze in futuro

I ministri dei 19 paesi che utilizzano l’euro si sono trovati di fronte a una prospettiva economica desolante quando si sono incontrati per discutere le proiezioni di bilancio, l’aumento dei prezzi dell’energia e l’inflazione.

READ  La Russia accusa l'Occidente di ammassare truppe ai suoi confini | Russia

La Commissione europea ha previsto che l’Unione europea sarebbe scivolata in recessione questo inverno, prima di riprendere un basso livello di crescita il prossimo anno.

Il capo economista Paolo Gentiloni ha affermato che mentre l’inflazione sembra aver raggiunto il picco, “dobbiamo stare molto attenti”, aggiungendo che il calo dell’inflazione sarà “molto graduale” nel 2023.

Ha espresso preoccupazione per il fatto che la spesa dei governi dell’UE per aiutare le famiglie con le bollette energetiche sia stata applicata in modo troppo ampio e potrebbe rischiare di aumentare l’inflazione, aumentando anche il debito pubblico.

“Questo è il motivo per cui incoraggiamo gli Stati membri a indirizzare meglio queste misure”, ha affermato, e ha raccomandato di sostituire i sussidi energetici universali con pagamenti destinati alle famiglie più vulnerabili, che includessero “incentivi per il risparmio energetico”.

L’incontro segna la fine di un lungo cammino per la Grecia, con Donohoe che ha annunciato che le riforme messe in atto da Atene significano che ora sono state soddisfatte le condizioni per il rilascio dell’ultima serie di misure sul debito per l’economia greca.

Il signor Donohue lo ha descritto come un “momento storico” e una “pietra miliare molto importante” per la Grecia mentre conclude finalmente le ultime procedure e il controllo delle sue finanze dal suo salvataggio durante l’ultima crisi finanziaria globale,

“La Grecia è ora di nuovo saldamente in piedi e come parte della famiglia europea nelle misure standard e congiunte di coordinamento finanziario ed economico dell’UE”, ha affermato Donohue.

L’Eurogruppo ha avuto un ruolo importante nell’intermediazione degli accordi di salvataggio durante la recente crisi finanziaria, e la sua influenza potrebbe crescere ancora se le turbolenze economiche previste per il prossimo anno minacciano la stabilità finanziaria degli Stati membri.

READ  Salvare un kicker britannico a metà strada verso la Francia solo nei suoi monconi | Notizie dal Regno Unito

Il signor Donohue è destinato a presiedere il gruppo in un momento in cui si trova anche di fronte a proposte per rivedere le regole fiscali dell’Unione europea, un’area politica in cui i paesi sono profondamente divisi.

I membri dell’Eurogruppo aumenteranno per includere un ulteriore ministro delle finanze il 1° gennaio, quando la Croazia introdurrà l’euro come valuta, diventando il 20° stato membro della zona euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.