Direttore della CIA: Vladimir Putin ha torto se pensa di poter vincere la guerra di logoramento in Ucraina Notizie dal mondo

Il capo della CIA ha detto che Vladimir Putin è “probabilmente in ottima salute”, minimizzando le voci secondo cui il presidente russo ha una malattia grave come il cancro.

Come disse William Burns, in una rara apparizione pubblica, il leader russo sarebbe stato smentito nel credere di poter vincere una sanguinosa guerra di logoramento contro di lui. Ucraina – In precedenza è stato anche smentito nel presumere che le sue forze potessero catturare Kiev entro i primi giorni dalla conquista.

Coprendo una serie di argomenti in un forum sulla sicurezza ad Aspen, in Colorado, il capo della spia ha parlato della Cina, avvertendo che Il pericolo che le forze cinesi invadano Taiwan Questo contratto crescerà.

Ha affermato che la determinazione del presidente cinese Xi Jinping ad affermare il suo controllo sul territorio non deve essere sottovalutata.

A Burns è stato chiesto se pensava che Putin fosse instabile e malato.

“Per quanto ne sappiamo, probabilmente è molto sano”, ha detto Burns, prima di dire sarcasticamente che si trattava di “un giudizio informale dell’intelligence”.

Il capo della CIA, che è anche un ex ambasciatore degli Stati Uniti a Mosca, ha monitorato e trattato Putin per più di due decenni.

Ha detto che il presidente pensa che il suo destino sia quello di riprendersi Russia come una superpotenza. La chiave era il controllo Ucraina.

Il signor Burns ha fornito l’ultima stima della comunità dell’intelligence statunitense delle vittime dell’invasione russa, che si sta avvicinando alla fine del suo quinto mese, e ha detto che si trattava di circa 15.000 russi morti e circa tre volte quel numero di feriti.

READ  Gli sport irlandesi hanno chiesto di ospitare i rifugiati ucraini

Ha detto che anche il bilancio delle vittime in Ucraina è stato elevato, “probabilmente un po’ inferiore” rispetto alle cifre russe.

immagine:
Il direttore della CIA William Burns incontra il presidente degli Stati Uniti Joe Biden all’inizio di questo mese. Immagine: AP

Leggi di più: La Russia “getta le basi” per l’annessione dei territori sotto il suo controllo

Il direttore della CIA aveva previsto che il Cremlino avrebbe continuato una guerra di logoramento, credendo che la volontà dell’Occidente di sostenere l’Ucraina sarebbe venuta meno.

Ma ha detto che Putin ha calcolato male i suoi piani iniziali per l’invasione, non è riuscito a prendere Kiev con un fulmine e si sarebbe smentito di nuovo.

“Insiste sul fatto che l’Ucraina non è un vero paese, ma i paesi reali stanno resistendo”.

In risposta alle domande di Andrea Mitchell, il principale corrispondente estero della NBC, all’annuale Aspen Security Forum, Burns ha parlato di un’altra grande sfida: la Cina e in particolare il destino di Taiwan.

Presidente Joe Biden Si prevede che parlerà con la sua controparte cinese nei prossimi giorni in un momento di crescenti tensioni tra le nazioni più potenti del mondo, in particolare sul destino di Taiwan governata democraticamente.

Disse il leader americano L’America interverrà militarmente Se la Cina attacca Taiwan.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video accessibile

Putin visita l’Iran per approfondire le relazioni

Tale partecipazione è importante date le “rivalità complesse e pericolose”, ha detto Burns.

“Non sottovaluterò la determinazione del presidente Xi ad affermare il controllo della Repubblica popolare cinese su Taiwan”, ha affermato il capo della CIA.

READ  Boris Johnson ultime notizie: Putin rischia il carcere per crimini di guerra, dice Raab

“Penso che sia determinato che il suo esercito abbia la capacità di fare un atto del genere se decide di muoversi in quella direzione [in terms of using military force].

“Penso che i rischi di quell’aumento, ci sembra, mentre attraversi questo decennio”.

Leggi di più: I capi dell’MI5 e dell’FBI avvertono che la Cina rappresenta la più grande sfida rivoluzionaria

Burns ha affermato che i leader politici e militari cinesi appaiono “abbastanza instabili” su come è andato l’attacco della Russia all’Ucraina, soprattutto durante le prime settimane.

Ciò era dovuto alle prestazioni militari vacillanti della Russia, all’impatto della guerra sull’economia globale e al modo in cui le azioni di Putin hanno spinto gli alleati europei più vicini agli Stati Uniti.

Allo stesso tempo, la Cina sta cercando di imparare dall’invasione russa dal punto di vista dei suoi piani per Taiwan.

“Penso che la nostra sensazione sia quella [the lessons from Russia’s war] “Probabilmente avrà meno influenza sulla questione se la leadership cinese potrebbe scegliere la forza sulla strada per conquistare Taiwan, ma come e quando lo farebbe”, ha detto il direttore della CIA.

Riguardo alle lezioni, il signor Burns ha detto: “Penso che la lezione che la leadership e l’esercito cinese stiano imparando sia che devi usare la forza schiacciante”.

Pechino dovrà anche plasmare l’opinione pubblica mondiale a favore di qualsiasi attacco, proteggere la sua economia dall’impatto delle sanzioni e cercare di rompere le relazioni tra gli Stati Uniti ei paesi della regione indo-pacifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.