Da una storica finale di Euro 2022 a un’amichevole vinta contro l’Italia, le donne dell’Irlanda del Nord hanno avuto un anno da ricordare.

Due settimane sotto il sole estivo creano ricordi che dureranno tutta la vita. Queste parole riflettono l’esperienza di molti e coprono ogni anno.

O i 23 giocatori dell’Irlanda del Nord, invece, le cui due settimane in mare nel 2022 sono state un’avventura unica ed emozionante che pochi avrebbero sognato possibile solo pochi anni fa.

La finale di Women’s Euro 2022 è unica in quanto le donne dell’Irlanda del Nord giocano per la prima volta in un torneo importante e un anno in cui le giocatrici hanno preso i titoli dei titoli delle loro controparti maschili e hanno fornito momenti per i tifosi di calcio del paese. Divertiti quando gli uomini combattono.

Uomini, donne e bambini vestiti di verde sono arrivati ​​a Southampton, riempiendo l’aria di un’atmosfera che solo un esercito verde e bianco poteva creare, mentre salutavano i nuovi eroi.

McGuinness ha sostituito McGuinness, non Steven Davies, ma Marissa Callaghan, che indossava la maglia numero 8, e il difensore nato a Lorne è stato chiamato dopo Gareth McAuley come Julie Nelson ai Campionati Europei.

Il gol è stato celebrato come un gol vincente, nonostante una sconfitta per 4-1 contro la Norvegia. Nelson è stato annunciato come un eroe e aveva un sorriso raggiante sul volto mentre affrontava i media dopo che il risultato della partita era stato smentito.

Era quel tipo di evento. Sì, i giocatori e l’allenatore Kenny Shiels avevano fame di vittoria e progresso, avrebbero potuto vincere la loro seconda partita contro l’Austria e portare le speranze dei quarti di finale nell’ultima partita del girone quando avrebbero affrontato l’Inghilterra, ma i risultati non sono arrivati. determinerà il livello di divertimento.

READ  BBC compra Stanley Duke: cerca l'Italia |

Anche il fatto che gli austriaci abbiano vinto 2-0 e trasformato l’incontro con i Lions inglesi in una gomma morta non ha avuto effetto. Infatti, quando l’Inghilterra è arrivata in città, e prima – e dopo – la festa è andata avanti solo con i tifosi dell’Irlanda del Nord.

Sconfitto, ma non ridotto.

Quando i giocatori hanno cantato e ballato con i tifosi dopo la sconfitta per 5-0, è stata una celebrazione del loro percorso triennale, non un’accettazione della sconfitta. I giocatori meritano il loro momento.

La vetrina della competizione ha contribuito a promuovere Jackie Burns, Lauren Wade (entrambe Reading) e Demi Vance (Leicester) alla Women’s Super League.

Una prima finale importante, ed essendo la nazione più piccola e con il punteggio più basso, non è unica nel 2022.

Due settimane sulla costa meridionale dell’Inghilterra sono state il culmine di sei mesi di preparazione su un programma a tempo pieno per contesti locali piuttosto che professionali.

Le qualificazioni ai Mondiali si sono intrecciate con Europei e speranze per gli spareggi, allenamenti a tempo pieno e prestazioni incoraggianti a febbraio per la Spagna sotto il sole: una vittoria sulle Isole Faroe (3-1), un pareggio con la Svizzera (2-2) e uno stretto Sconfitta per 1-0 contro la Romania – Ha ulteriormente rafforzato la fiducia.

Una sconfitta per 3-1 con tre gol in Austria ha deluso quelle speranze in nove minuti, ma c’era ancora un pubblico tutto esaurito a Windsor quando l’Inghilterra è arrivata a Belfast pochi giorni dopo per l’unica partita casalinga dell’anno.

Un record di 15.000 per una nazionale femminile ha dato un assaggio di ciò che sarebbe seguito in estate, quando l’Inghilterra ha vinto 5-0 a Southampton.

READ  Nigeriani, ex commissario discordia per razzismo in Italia | The Guardian Nigeria Notizie

Era anche la notte in cui c’era il manager Shiels (sinistra) Come ha detto, le ragazze sono più emotive e ha sostenuto che l’emozione ha avuto un ruolo nella sua squadra che ha rinunciato agli obiettivi così rapidamente.

Seguì l’inevitabile tamponamento da parte di chi aveva un’opinione su tutto. Pochi si sono presi il tempo di capire il punto che stava cercando di superare – anche se in modo goffo – prima di saltare dentro con entrambi i piedi senza vedere la squadra calciare un pallone.

Le figure chiave, i giocatori, hanno compreso appieno e, come previsto, si sono presto indignati quando hanno appoggiato l’allenatore – essenzialmente ciò che ha detto è stato discusso in più di una riunione del consiglio.

Nel 2022, un altro gol è stato segnato entro otto minuti dal gol precedente in ogni partita in cui hanno segnato più di due volte.

Non è stato un problema dato che l’anno si è concluso con le vittorie su Lussemburgo (2-1) e Lettonia (3-1) per chiudere la stagione della Coppa del Mondo, e non è stato un problema quando è culminata. Nell’amichevole vinta il mese scorso contro l’Italia, Sarah McBadden ha segnato un gol memorabile.

Quella decisione ha attraversato due epoche; Una vittoria che chiude un anno come nessun altro e per i giocatori, la speranza che questo sia l’inizio di un nuovo entusiasmante capitolo, significa che il 2022 alla fine non sarà unico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.