Cuba: un fulmine colpisce un impianto petrolifero – 17 dispersi, 77 feriti, fuoco che brucia fuori controllo | notizie dal mondo

Un fulmine ha provocato un incendio in un deposito di petrolio a Cuba e le fiamme stanno bruciando senza controllo.

Quattro esplosioni si sono verificate in un sito nella città di Matanzas e quasi 80 persone sono rimaste ferite.

17 vigili del fuoco che si trovavano in una zona vicina e cercavano di impedire la propagazione dell’incendio sono stati dichiarati dispersi.

Il governo cubano ha richiesto l’assistenza di esperti internazionali di “paesi amici” con esperienza nel settore petrolifero.

Mentre gli elicotteri si libravano nel cielo per scaricare l’acqua, un denso pennacchio di fumo nero si alzò dal sito e si diffuse a ovest verso la capitale, L’Avana.

L’impianto di stoccaggio è dotato di otto giganteschi serbatoi che contengono petrolio utilizzato per alimentare le centrali elettriche.

Il fulmine inizialmente ha colpito un carro armato, ma in seguito l’incendio si è esteso a un secondo: l’incidente arriva mentre Cuba continua a lottare con una carenza di carburante.

Sdraiato nelle vicinanze, Adele Gonzalez ha detto: “Ero in palestra quando ho sentito la prima esplosione. Un pennacchio di fumo e un terribile fuoco si sono alzati nel cielo”.

Un pennacchio di fumo nero può essere visto per miglia

Il quartiere di Dubrocq, il più vicino all’incendio, è stato evacuato, con alcuni che hanno scelto di lasciare le aree leggermente più periferiche.

Mantanzas ha una popolazione di circa 140.000 persone e sabato il presidente Miguel Diaz-Canel si è recato nella zona.

READ  La Russia accusa Kiev di aver avvelenato alcuni dei suoi soldati in Ucraina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.