Coppa del Mondo FIFA 1938 – L’Italia difende il titolo poco prima dello scoppio della seconda guerra mondiale

Casanova Giuseppe Meazza ha perso i pantaloncini, ma l’Italia è riuscita comunque a difendere il suo titolo ed evitare le accuse di corruzione che hanno rovinato il suo trionfo quattro anni prima. L’Italia ha battuto l’Ungheria 4-2 vincendo la Coppa Jules Rimet.

Con le nuvole di guerra che incombono sull’Europa, il campionato del 1938 fu assegnato alla Francia. Solo 15 squadre hanno gareggiato dopo l’abbandono dell’Austria in seguito all’unificazione con la Germania.

L’Italia ha battuto l’Ungheria 4-2 in una finale difficile. Uno dei calciatori più famosi d’Europa, Meza, che all’epoca giocava per l’Inter, ha regalato uno dei momenti di coppa più esilaranti durante la semifinale contro il Brasile.

Statistiche della Coppa del Mondo FIFA 1938

Host – Francia

Squadre – 15

Concorsi – 18

Gol – 84

Formato: eliminazione diretta.

Vincitore – Italia

Secondo posto – Ungheria

Capocannoniere – Leonidas da Silva (7 gol)

Miglior giocatore – Silvio Piola

Miglior partita – Brasile vs Italia

L’Italia ha ricevuto un rigore dopo che il brasiliano Domingos Da Guia ha atterrato Silvio Piola in area.

Il portiere brasiliano Walter, celebrato in patria per il suo potere apparente di ipnotizzare gli attaccanti rivali, ha rivendicato con orgoglio la sua superiorità.

Misa non fece rumore ed entrò per prendere il calcio. Con tutti gli occhi puntati sul duo, i pantaloncini dell’attaccante sono scesi drasticamente sotto il ginocchio. Si dice che ciò sia avvenuto quando l’elastico in vita era stato precedentemente tirato e allungato da una guardia. (Ma molti fan credono ancora che facesse parte del trucco dell’attaccante prima del calcio.)

READ  Felice giorno dell'indipendenza! | Ambasciate e Consolati USA in Italia

Non cedendo a un’inutile vulnerabilità, Misa si tirò su i pantaloncini con una mano e passò davanti a un confuso Walter, che era impegnato a ridere.

I membri del team di Meeza si sono uniti alla celebrazione e sono stati formalmente prodotti un nuovo paio di pantaloncini.

Il gol ha portato l’Italia alla seconda finale consecutiva di Coppa del Mondo.

In precedenza, al primo turno, l’attaccante brasiliano Leonidas ha segnato una tripletta quando la squadra sudamericana ha battuto la Polonia 6-5 dopo i tempi supplementari.

La partita è stata degna di nota per una straordinaria prestazione della Polonia in una partita persa. Il polacco Ernst Wilimowski è diventato il primo giocatore a segnare quattro gol in una partita di Coppa del Mondo.

Per Leonidas, la partita era tutt’altro che finita e il ‘Rubber Man’, noto in Brasile per le sue doti acrobatiche, finì come capocannoniere con sette gol.

Sorprendentemente, è stato escluso dalla semifinale contro l’Italia, poiché il Brasile non è riuscito a finire terzo.

Il capitano italiano Giuseppe Mezza ha ricevuto il trofeo Jules Rimet dopo la vittoria per 4-2 sull’Ungheria nella finale di Coppa del Mondo allo Stade Olympique de Colombes di Parigi. | Credito immagine: Getty Images

La seconda guerra mondiale costrinse una pausa ai Mondiali fino al 1950, quando l’Italia fu campione del mondo, un record di 16 anni.

Lo stesso Trofeo Jules Rimet non è caduto nelle mani degli Alleati. Ottorino Parasi, vicepresidente italiano della FIFA, durante la guerra ha nascosto il trofeo in una scatola da scarpe sotto il letto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.