Collegamento in California alla missione Artemis 1 della NASA sulla Luna

Dopo gli scrub tecnici e i ritardi causati da due diversi uragani, la missione Artemis 1 della NASA è stata lanciata con successo martedì alle 22:47 PST. La pianificazione della missione, che mira ad aumentare la comprensione da parte degli scienziati degli effetti dei viaggi nello spazio profondo a lungo termine per gli esseri umani, è iniziata nel 2010. Un tipo completamente nuovo di veicolo di lancio, noto come Space Launch System, era al centro del decollo . In cima c’era anche la nuova capsula spaziale Orion, progettata per trasportare eventualmente gli astronauti sulla Luna e oltre. Mentre Artemis 1 è una missione senza equipaggio, gli scienziati useranno questo viaggio di circa un mese in orbita lunare e ritorno come un’opportunità per raccogliere dati sui viaggi nello spazio profondo e sulle condizioni quotidiane sulla superficie lunare. Ciò rende Artemis 1 un gateway per nuove destinazioni, ha affermato Jacob Bleicher, capo scienziato esploratore della NASA. “Artemis sta davvero voltando pagina in un nuovo capitolo dell’esplorazione spaziale. Stiamo praticamente scrivendo il progetto ora per come esploreremo il sistema solare”, Bleached. “Abbiamo imparato a vivere nello spazio con la Stazione Spaziale Internazionale. Ora dobbiamo imparare a vivere nello spazio profondo”. L’SLS è il missile più potente mai costruito dagli Stati Uniti e ci è voluta un’enorme quantità di cooperazione per portarlo sulla rampa di lancio. La NASA si riferisce all’SLS come “America’s Rocket”, un riferimento al fatto che le aziende di ciascuno dei 50 stati hanno contribuito in qualche modo alla costruzione. Viaggi aerei e spaziali: Doug Bradley è vicedirettore del programma motori RS-25 presso Aerojet Rocketdyne. I motori RS-25, che sono stati utilizzati anche nei programmi dello space shuttle, sono stati solo i primi di molti motori Aerojet Rocketdyne mostrati martedì sera, afferma Bradley. “Dall’alto verso il basso del missile, abbiamo un ruolo”, ha detto Bradley, e questo include quattro motori RS-25, che spingono il missile SLS per esattamente otto minuti una volta che i booster sono stati lanciati. Durante quel periodo di tempo, un potente motore di espulsione è stato espulso nel sistema di interruzione del missile. “È stato progettato e costruito a Sacramento, quindi è una grande eredità lì”, ha detto Bradley. Mercoledì sera, tutto ciò che resta per tracciare la missione è la capsula spaziale Orion, che sta navigando verso la luna guidata dai motori Aerojet Rocketdyne RL-10. Secondo la NASA, Orion dovrebbe raggiungere la sua posizione orbitale attorno alla Luna martedì 22 novembre. Orion orbiterà attorno alla Luna per diverse settimane, raccogliendo dati importanti mentre orbita e quando è il momento di tornare nell’atmosfera terrestre e atterrare nell’oceano. Dicembre, i motori Aerojet Rocketdyne saranno di nuovo in mostra. “La nostra azienda ha anche piccoli serbatoi di elio che gonfiano piccole boe sulla capsula per mantenerla in posizione verticale”, ha detto Bradley con una risatina. Quando dice che suonano “dall’alto verso il basso”, lo intende davvero. Bradley dice che anche se non è di Sacramento, è onorato di rappresentare l’area su un palcoscenico così grande. Ha detto: “Sono orgoglioso … tutti sono orgogliosi del nostro ruolo in Artemis”. I piani per la missione Artemis 2, che includerà gli astronauti, sono ben avviati con un lancio provvisoriamente previsto nel 2024.

READ  Hai bisogno di spazio? Ora puoi acquistare polvere di stelle di 7 miliardi di anni e frammenti di Luna e Marte

Dopo gli scrub tecnici e i ritardi causati da due diversi uragani, la missione Artemis 1 della NASA è stata lanciata con successo martedì alle 22:47 PST.

La pianificazione della missione, che mira ad aumentare la comprensione da parte degli scienziati degli effetti del prolungato viaggio nello spazio profondo sugli esseri umani, è iniziata nel 2010.

Un tipo completamente nuovo di veicolo di lancio, noto come Space Launch System, era al centro del decollo. In cima c’era anche la nuova capsula spaziale Orion, progettata per trasportare eventualmente gli astronauti sulla Luna e oltre.

Mentre Artemis 1 è una missione senza equipaggio, gli scienziati useranno questo viaggio di circa un mese in orbita lunare e ritorno come un’opportunità per raccogliere dati sui viaggi nello spazio profondo e sulle condizioni quotidiane sulla superficie lunare.

Ciò rende Artemis 1 un gateway per nuove destinazioni, ha affermato Jacob Bleicher, capo scienziato dell’esplorazione della NASA.

“Artemis sta davvero voltando pagina su un nuovo capitolo dell’esplorazione spaziale. Stiamo praticamente scrivendo uno schema ora di come esploreremo il sistema solare”, ha detto Bleicher. “Abbiamo imparato a vivere nello spazio con la Stazione Spaziale Internazionale. Ora dobbiamo imparare a vivere nello spazio profondo”.

L’SLS è il missile più potente mai costruito dagli Stati Uniti e ci è voluta un’enorme quantità di collaborazione per portarlo sulla piattaforma di lancio. La NASA si riferisce all’SLS come “America’s Rocket”, un riferimento al fatto che le società di Ciascuno dei 50 stati ha contribuito costruire in qualche modo.

La California aveva molti azionisti, tra cui Aerojet Rocketdyne, con sede a Sacramento, che costruisce sistemi di propulsione per viaggi aerei e spaziali.

READ  A rare dinosaur skull sheds light on the creature's strange hollow head tube

Doug Bradley è vicedirettore del programma motori RS-25 presso Aerojet Rocketdyne. I motori RS-25, che sono stati utilizzati anche nei programmi dello space shuttle, sono stati i primi di molti motori Aerojet Rocketdyne mostrati martedì sera, afferma Bradley.

“Dall’alto verso il basso del razzo, abbiamo un ruolo”, ha detto Bradley.

Ciò include quattro motori RS-25, che azionano il missile SLS per esattamente otto minuti una volta che i booster vengono rilasciati. Entro quel periodo di tempo, un potente motore è stato espulso per eliminare il sistema di interruzione del missile.

“È progettato e costruito a Sacramento, quindi è una grande eredità lì”, ha detto Bradley.

GUARDA: Il video mostra come il lancio di Artemis 1 sembrava trasformare la notte in giorno

A partire da mercoledì notte, tutto ciò che resta per tracciare la missione è la capsula spaziale Orion, che sta navigando verso la luna guidata dai motori Aerojet Rocketdyne RL-10. Secondo la NASA, Orion dovrebbe raggiungere la sua posizione orbitale attorno alla luna martedì 22 novembre.

Orion orbita attorno alla Luna per diverse settimane, raccogliendo dati importanti mentre orbita.

Quando sarà il momento di tornare nell’atmosfera terrestre e atterrare nell’oceano a dicembre, riappariranno i motori Aerojet Rocketdyne.

“La nostra azienda ha anche piccoli serbatoi di elio che gonfiano piccole boe sulla capsula per mantenerla in posizione verticale”, ha detto Bradley con una risatina.

Quando ha detto che hanno un ruolo “dall’alto verso il basso”, lo intendeva davvero.

Bradley dice che anche se non è di Sacramento, è onorato di rappresentare l’area su un palcoscenico così grande.

“Sono orgoglioso… tutti sono orgogliosi del nostro ruolo in Artemis”, ha detto.

READ  La NASA sostituisce Artemis che perde 1. Guarnizioni del carburante

I piani per la missione Artemis 2, che includerà gli astronauti, sono ben avviati con un lancio provvisoriamente previsto nel 2024.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.