“Cold Sigh” in competizione in un festival italiano

TEHERAN – Il lungometraggio “Cold Sigh” scritto e diretto da Nahid Azizi Siddiq Iran rappresenta la sezione principale dell’Ischia Film Festival, che ha preso il via a Ischia, in Italia, il 29 giugno.

Il film compete con altri sette film provenienti da Italia, Spagna, Stati Uniti, India, Germania e Turchia, secondo l'agenzia di stampa ufficiale iraniana.

Il film di 87 minuti è incentrato su Bahaa, un giovane di una città di confine, che scopre che suo padre, Bahram, è stato rilasciato dal carcere dopo 20 anni. Bahram ha ucciso sua moglie, la madre di Bahaa, dopo averla accusata di tradirlo. Bahaa, che non ha mai superato tutto questo ed è ancora pieno di rabbia e risentimento, decide di andare lui stesso a far uscire suo padre di prigione. Bahram e Bahaa iniziano il loro viaggio mentre nessuno dei due riesce a trovare le parole.

La serie è stata prodotta nel 2023 e comprende Iman Siddiq, Ali Bagheri, Ahura Bahrami, Amir Aram, Muhammad Ashkanfar e Salar Deriyamag.

“Cold Sigh” è il primo lungometraggio del regista Azizi Siddiq e finora ha vinto numerosi premi nazionali e internazionali.

Recentemente, il film ha vinto il Gran Premio del 17° Festival Internazionale del Cinema di Cheboksary, svoltosi nella città russa di Cheboksary lo scorso maggio.

All'inizio di aprile, ha vinto tre premi al 46esimo Festival Internazionale del Cinema di Mosca (MIFF) in Russia. Il film ha vinto il premio per la miglior regia, il premio People's Choice per il miglior film e una menzione speciale da parte del NETPAC (Rete per la promozione del cinema nella regione Asia-Pacifico).

READ  Il pilota della star Adam della "Ferrari" dice a Festgoer "F*** You" dopo che gli è stato chiesto delle scene di incidente "scadenti"

L'anno scorso, il film ha vinto il Premio Speciale della Giuria per il Miglior Film nel concorso internazionale del Fajr Film Festival.

L'Ischia Film Festival è un festival cinematografico internazionale dedicato a lungometraggi e film, indipendentemente dal linguaggio: fiction, documentari e animazione. Nell'intento di tutelare il patrimonio e le caratteristiche uniche dei luoghi rappresentati sullo schermo, il concorso è quindi particolarmente rivolto a quelle opere che mettono in risalto, attraverso la narrazione cinematografica, l'identità paesaggistica e culturale delle regioni in cui i film sono stati girati.

L'edizione di quest'anno del festival si concluderà il 6 luglio.

SS/SAB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *