Ciò che i proprietari di cani di New York City dovrebbero sapere sulla leptospirosi

L’allarme tra alcuni proprietari di cani di New York City è aumentato negli ultimi giorni quando si sono diffuse notizie sui rischi per la salute dei cani posti dai residenti della città. orde di topi.

Nella sezione di Williamsburg a Brooklyn, un angolo del McCarren Park che funge da allevamento di cani è temporaneamente chiuso per manutenzione dopo che le voci di un focolaio di leptospirosi, una malattia batterica diffusa attraverso l’urina di ratto, hanno acceso i social media. I batteri possono prosperare nelle pozzanghere e nei luoghi umidi e gli animali possono ammalarsi gravemente se si ammalano. Può anche infettare gli esseri umani.

Lincoln Restler, un membro del consiglio che rappresenta il distretto, cinguettare La scorsa settimana, il suo ufficio ha ricevuto segnalazioni secondo cui diversi cani che in seguito hanno visitato il parco sono morti a causa della malattia. Il dipartimento della salute della città ha affermato di non poter confermare i rapporti, ma ha affermato che stava lavorando con il dipartimento dei parchi per verificare l’attività dei topi nel parco. I veterinari dovrebbero segnalare casi positivi di leptospirosi al Dipartimento della Salute.

“Spero che le misure adottate dal dipartimento dei parchi e della salute affronteranno le condizioni in cui viviamo a McCarren”, ha affermato Restler in un’intervista.

Questi resoconti hanno suscitato grande preoccupazione da parte dei proprietari di cani e hanno ricordato ai veterinari locali l’importanza di vaccinare i cani che trascorrono molto tempo nei parchi.

La malattia è causata da batteri presenti nelle urine dei roditori infetti e sia gli esseri umani che gli animali sono sensibili.

I batteri prosperano in ambienti caldi e umidi e possono sopravvivere nel suolo, nell’acqua e nel cibo. Può entrare nel corpo attraverso ferite aperte o membrane mucose o bevendo acqua contaminata.

La dottoressa Gabrielle Fadl, veterinaria presso Bond Vet, una catena locale, ha affermato che i batteri di solito circolano tra la fine dell’estate e l’autunno. I sintomi iniziali sono alquanto aspecifici, inclusi vomito, febbre e letargia, il che rende rapidamente difficile la diagnosi dell’infezione.

READ  Hai una mangiatoia per uccelli o un bagno per uccelli? Ecco perché i biologi dello Utah vogliono rimuoverlo e pulirlo

I sintomi di solito iniziano una o due settimane dopo l’esposizione e possono essere trattati con antibiotici. Se non trattata, la leptospirosi può causare danni gravi e potenzialmente letali al fegato e ai reni.

Tra le persone sono stati segnalati casi di leptospirosi leggermente aumentato in modo significativo Nell’ultimo anno, un aumento ritenuto legato all’aumento delle popolazioni di ratti. Allo stesso tempo, Segnalare casi di leptospirosi nei cani In realtà caduto.

La città ha segnalato 15 casi tra le persone l’anno scorso, in contrasto con una media di tre casi all’anno negli ultimi 15 anni. Funzionari sanitari hanno affermato che la maggior parte delle persone che hanno contratto la malattia “hanno una storia chiara o un fattore di rischio che le espone a un ambiente pieno di gravi infestazioni di ratti”. Almeno uno dei feriti è morto. L’infezione viene raramente trasmessa da uomo a uomo e nessuno dei casi è stato associato a un’infezione del cane.

Tra i cani, l’anno scorso sono stati segnalati anche 15 casi, in calo rispetto ai 29 del 2018. Ma i funzionari sanitari hanno avvertito che il calo potrebbe essere dovuto al fatto che i fornitori non hanno segnalato i casi come richiesto. Tra il 2006 e il 2020, un totale di 269 casi – da otto a 29 all’anno – sono stati segnalati al Ministero della Salute da tutti e cinque i distretti.

Centri federali per il controllo e la prevenzione delle malattie Note sul suo sito web La malattia tra gli animali domestici è stata diagnosticata più frequentemente a livello nazionale negli ultimi anni.

Il dottor Fadl, che lavora presso il sito di Cobble Hill a Bond Fitt, ha affermato che la clinica non ha visto alcun caso di recente lì o nella sede di Williamsburg. Katie Hansen, direttrice del marketing e della comunicazione per gli Animal Care Centers di New York City, ha affermato che anche i tre rifugi dell’organizzazione, che insieme ospitano circa 6.000 cani all’anno, non hanno registrato un focolaio di leptospirosi.

READ  IDOH: Identificato il primo caso "possibile" di vaiolo delle scimmie

Fondamentalmente, c’è un vaccino. La dose iniziale è seguita da una dose di richiamo tre o quattro settimane dopo, quindi somministrata annualmente. Il Dr. Fadl li raccomanda in generale, soprattutto visto il leggero aumento delle popolazioni di ratti a New York City.

“Se hai un cortile privato, se il tuo animale domestico è nei parchi, se al tuo animale domestico piace annusare la spazzatura, bere da stagni permanenti, fai un leptovaccino”, ha detto.

“Può salvarli e può salvare te”, ha aggiunto. “Soprattutto se hai persone molto giovani o anziane che interagiscono con questo animale domestico, è davvero importante parlare con il tuo veterinario per ottenere una vaccinazione”.

È fondamentale tenersi lontano da pozzanghere e pozzanghere che possono contenere urina di topo. Quindi tenere il tuo cane lontano dai veri topi, così come altri piccoli roditori, come gli scoiattoli, può diffondere malattie.

Il dottor Fadl ha anche raccomandato di assicurarsi che il cane eviti le ciotole per l’acqua condivise e di utilizzare invece una ciotola o una bottiglia da viaggio per fornire acqua fresca e incontaminata da bere.

Il McCarren Park Dog Run è un'”area temporanea” e non una pista ufficiale per cani, secondo il dipartimento dei parchi, ma è ampiamente utilizzata dai proprietari di cani locali. Il dipartimento ha affermato di aver ricevuto solo 311 denunce di roditori nel parco l’anno scorso.

Ma venerdì il dipartimento dei parchi ha convertito i bidoni della spazzatura della zona in bidoni di metallo resistenti ai topi, ha condotto un’ispezione repellente per insetti e ha iniziato lunedì a modernizzare l’area e sostituire i trucioli di legno che rivestono il terreno.

READ  L'ultima acqua liquida è fluita su Marte circa due miliardi di anni fa

L’area era deserta in una fredda giornata della scorsa settimana. I proprietari di cani hanno detto che stavano lontano dal parco dopo aver sentito le storie circolate Un cane di nome Oreo è morto di leptospirosi.

Hamza Razavi, 26 anni, di Williamsburg, ha detto che le preoccupazioni per la diffusione della malattia e la mancanza di igiene generale nel parco gli hanno impedito di portare lì il suo golden retriever Oli.

“È un parco per cani”, ha detto, “quindi sarà sporco”. Ma ha aggiunto: “L’acqua stagnante e le cose che apparentemente possono diffondere malattie sono sempre lì”.

Billy Lucas, 32 anni, di Williamsburg ha espresso preoccupazioni simili. Ha detto di essere tornato al parco con Wally, il suo mix di pastore tedesco, dopo aver notato che un cartello che avvertiva di un “focolaio” era stato rimosso. (Ha notato che il segno che ha visto non sembrava essere stato affisso dalla città.)

“Pensavo che andasse tutto bene”, ha detto. “Poi un proprietario di cane preoccupato si è avvicinato a me e mi ha detto che alcuni cuccioli erano recentemente morti di leptopatia, quindi siamo usciti tutti da lì”.

Michael Malone, 28 anni, di Williamsburg, ha detto di aver ricontrollato per assicurarsi che le vaccinazioni del suo pastore australiano di quattro mesi fossero aggiornate e di aver avuto un vaccino contro la leptospirosi.

“Ci hanno incoraggiato a prenderlo a causa dei topi nella zona”, ha detto. “Ci hanno detto che questo non è molto comune fuori città, ma in città è semplicemente bello averlo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.