Ci sono state segnalazioni di resti umani trovati in borse acquistate all’asta in Nuova Zelanda | Nuova Zelanda

La polizia sta indagando dopo essere stata chiamata a riferire che resti umani sono stati trovati in sacchi comprati all’asta in un deposito in Nuova Zelanda.

Il sito web di attualità Newshub riferisce che è chiaro che i resti sono stati trovati in oggetti all’interno di un container acquistato da una famiglia ignara e che la polizia potrebbe gestire più set di resti.

La polizia ha avviato un’indagine per omicidio e sta cercando di identificare i resti. La polizia non crede che la famiglia sia stata coinvolta nell’incidente.

Il DI Tofilau Faamanuia Vaaelua ha detto che i residenti di una casa ad Auckland hanno chiamato la polizia quando hanno scoperto i resti dopo aver “portato proprietà non di proprietà al loro indirizzo”.

La polizia non ha commentato ulteriormente, dicendo solo che era in corso l’autopsia.

“Apprezziamo che ci sia molto interesse pubblico per quanto accaduto, ma data la natura della scoperta, ci sono ancora una serie di indagini da fare”, ha affermato Faamanuia Vaaeelua.

“La priorità per la polizia è confermare l’identità del defunto in modo da poter stabilire le circostanze complete dietro la scoperta.

“Questo avviserà anche i parenti più prossimi. A causa della natura della scoperta, potrebbe volerci del tempo.”

Ha detto che non c’era alcun pericolo immediato per il pubblico.

Un vicino ha detto a Newshub: “Mi dispiace per la famiglia perché non c’entrano nulla. Chiunque sia stato, vieni, in prima linea. È un po’ ingiusto, fratello. È orribile”.

sito di notizie Ho accennato a cose Gli altri vicini hanno notato un “odore puzzolente” proveniente dalla proprietà giovedì, poco prima dell’arrivo della polizia.

READ  An Indian state renames dragon fruit to avoid association with China

Un altro vicino ha detto che suo figlio ha visto una valigia essere rimossa da una roulotte nella proprietà e portata alla tenda forense.

Ha aggiunto che gli investigatori e le squadre forensi sono stati visti in stato di shock.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.