Carlo May ha ammesso che l’Italia ha giocato in Georgia

Francois Carlo May dice che la chiave per scatenare una forte difesa della Georgia è giocare con loro, non attraverso di loro.

L’Italia è rimasta in svantaggio due volte nel primo quarto di gioco, prima che cinque tentativi, tra cui uno splendido punteggio di TV Passerella, fossero vinti 36-19 a Treviso.

E Carlo May crede che la sua squadra abbia impiegato un po’ di tempo per trovare il ritmo e il naso creativo necessari per affrontare la squadra della Georgia nella partita di apertura della serie estiva Under 20 a sei nazioni.

L’italiano Carlo Mack ha causato una certa frustrazione quando Nika Suditze è andato a Llos in 90 secondi.

“La partita è finita bene, ma siamo partiti un po’ piano”, ha detto Carlo May.

“Abbiamo perso il primo impatto della partita, ma piano piano abbiamo iniziato a capire come affrontare la partita.

Da lì è stata una competizione fisica e abbiamo iniziato a superarli, ma erano fisicamente molto duri”.

La risposta non è stata immediata, poiché Boda Caldava ha aggiunto un secondo per il pubblico. Secondo Carlo May, solo allora l’Italia ha iniziato ad attuare il proprio piano di gioco.

“Eravamo un po’ motivati ​​quando hanno colpito, ma abbiamo iniziato a lavorare sodo ed è stato molto stancante per il loro attaccante”, ha spiegato.

Perché erano così fisici che abbiamo capito dove giocare fuori, senza trovarci faccia a faccia con loro.

“Sono una delle squadre migliori l’una per l’altra perché hanno un fisico molto buono.

“Ma abbiamo capito cosa dovevamo fare, lo abbiamo implementato, non ogni volta, ma quando non abbiamo commesso errori irresistibili, siamo andati bene.

READ  In Italia sono state installate le prime stazioni di ricarica rapida BorgWarner

Carlo May crede che il supporto italiano sia stato un fattore di svolta nella loro prestazione e che potrebbe nutrirli nelle prossime partite contro Scozia e Galles.

“Sono così felice che la mia famiglia e i miei amici siano qui, non troppo lontani perché vengano”, ha detto Carlo May.

“L’inno nazionale ti dà sempre freddezza e ci rallegra ogni volta.

“Penso che altre squadre possano essere motivate con ancora più supporto e possiamo iniziare meglio”.

Carlo May ha bei ricordi dei suoi avversari rimasti nel Girone B d’Italia, segnando contro Scozia e Galles in sei nazioni Under 20 all’inizio di quest’anno.

Il 18enne ha sottovalutato l’importanza delle vittorie precedenti e crede che la sua squadra debba migliorare il proprio gioco se vuole essere in testa al proprio girone.

Ha detto: “Sappiamo che questa sarà una partita difficile perché giocheranno sempre al massimo e dobbiamo giocare ogni volta e dare il massimo”.

La Serie estiva del Sei Nazioni Under 20 va dal 24 giugno al 12 luglio. I fan possono guardare ogni partita in diretta. Per maggiori informazioni vai: https://www.youtube.com/channel/UCJHm6BFw-9JRA1CMekNLwMg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.