Campionato Sei Nazioni 2022: riflettori puntati sul nuovo look di Eddie Jones per l’Inghilterra dopo l’infortunio di Manu Tuilagi

Saranno passati 722 giorni dall’ultimo incontro delle Sei Nazioni a Twickenham, quando Inghilterra e Galles sono usciti nella luce fioca di sabato sera. Allora, come adesso, altre cose hanno minimizzato la concorrenza quando le realtà della pandemia hanno cominciato a emergere, ma il risveglio della grande rivalità potrebbe fornire una gradita distrazione dai tristi sviluppi altrove.

La vita può causare strani schemi di ripetizione, quindi un altro confronto con il Galles arriva una settimana dopo che le restrizioni sul coronavirus sono state revocate in Inghilterra. Nel punto focale della competizione, questo determinerà quali dei titolari lenti continuano a creare slancio e quali sono fuori competizione nel torneo.

Questa stretta vittoria per 33-30 per Eddie Jones è stata l’ultima volta che Manu Tuilagi è apparso nella partita del Sei Nazioni. Con il centro che oscilla dopo l’espulsione tardiva, non c’è alcuna previsione di incertezza per i prossimi 24 mesi, ma i problemi di infortunio di Tuilagi potrebbero rimanere.

Quindi, la notizia di un altro infortunio, per gli stessi muscoli posteriori della coscia che ha turbato Twilagi da quando a novembre ha segnato la porta del Sud Africa in corner, è un duro colpo, se non sorprendente. Proprio mentre i contorni del “New England” di Eddie Jones sembravano prendere forma, esce fuori il totem che teoricamente vi è disegnato attorno.

L’Inghilterra sviluppò una sorta di disordine di dipendenza con il centro, consentendo loro di essere chiari nella loro identità quando Tuilagi era in forma e invece durante i suoi periodi di assenza. Il mancato sviluppo di alternative è una preoccupazione crescente.

Come i mostri marini nel folklore, c’è una certa leggenda che accompagna un giocatore unico che è raro, ma l’Inghilterra non è stata imbattuta con Twilagy nella squadra del giorno della partita di Twickenham dal 2012. Ciò arriva a un totale di sole 15 partite, tuttavia , alcuni dei suoi ex e attuali compagni di squadra hanno parlato in Inghilterra della convinzione che la sua presenza dia loro – il suo significato psicologico tanto quanto la sua struttura.

READ  "L'Inter ha già vinto lo scudetto, fare i playoff renderà il campionato italiano più interessante.

Manu Tuilagi è stato escluso per infortunio

(Getty Images)

Quindi la sua perdita così vicina a rinnovate ostilità è un duro colpo. L’Inghilterra ha richiamato Jo Marchant ma non aggiornerà la rosa fino al giorno della partita. Ciò potrebbe dare a Jones la possibilità di produrre una palla in curva, ma è ancora una volta la prova che non può contare su Tuilagi.

Mentre il suo rimodellamento del centrocampo può offrire un’opportunità per qualcosa di diverso, Jones ha già apportato un cambiamento. Ben Youngs è sulla buona strada per vincere il 115° Trofeo questo fine settimana e superare Jason Leonard come giocatore con più presenze in Inghilterra, ma dovrà aspettare fino a quando non entrerà nella storia dalla panchina.

Per coloro che vedono Youngs come un anacronismo in questo “New England”, lo sfavillante inizio di Harry Randall, a cui è stato chiesto di accendere la serie di vittorie consecutive, è una piacevole dimostrazione di fede da parte del boss dell’Inghilterra. Randall deve migliorare la sua gestione del gioco, ma Jones lo esorta a fare il suo gioco normale.

“Vogliamo dare un po’ di velocità al gioco all’inizio”, ha spiegato Jones sul tenere Randall dall’inizio. “Riteniamo che ci saranno opportunità e Harry è stato sempre più in forma. È acuto nel correre e ci dà quell’istinto con la sua capacità di prendere colpi veloci e correre veloce.

“Poi abbiamo Ben Youngs per finire la partita: un mediano con 114 presenze in arrivo per gestire gli ultimi 20 minuti”.

Questa è la prima volta dal 2006 che una squadra gallese che inizia contro l’Inghilterra non include Alon Wayne Jones mentre cercano solo una quarta vittoria sul campo di rugby inglese dal 1988. Dan Biggar ha mostrato tutte le sue qualità di leadership nel combattere il dolore che zoppica il Galles sulla linea di porta in una vittoria tanto necessaria contro l’Inghilterra, e dovrà rifarlo in una partita in cui il brutto feeling è rudimentale.

Biggar affronterà Courtney Los, con i leader di una squadra che si scontrano solo per la sesta volta nella lunga serie di vittorie consecutive di questo torneo. Luz si è ripreso da un problema vestibolare che gli ha causato gravi disagi all’inizio del torneo e ora dovrebbe fornire un colpo di testa da veterano costante per combattere Biggar per l’orecchio dell’arbitro.

Il ritorno di Taulupe Faletau dovrebbe portare un equilibrio simile e una mente da veterano alla terza linea gallese, mentre la chiamata più controversa di Wayne Pivac è sull’ala, vedendo Lewis Reiss Zammit escluso con Josh Adams sulla caviglia debole e media. Per Pivac, la missione del suo team è chiara: “La grande sfida per noi è avere lo stesso atteggiamento e la stessa volontà di camminare per il parco come abbiamo fatto noi [against Scotland] Davanti a 70.000 tifosi, per lo più del Galles, per farlo in un ambiente ostile.

“Dobbiamo essere clinici in tutto ciò che facciamo e quando avremo la possibilità di segnare, dobbiamo essere piuttosto duri”.

La Francia festeggia dopo aver sconfitto il Galles

(AFP tramite Getty Images)

Scozia vs Francia

Le speranze del Grande Slam francese stanno davvero iniziando a crescere dopo la vittoria sull’Irlanda, ma Fabian Galthey e la sua squadra sono già stati fatti deragliare dalla Scozia. Le sconfitte negli ultimi due anni sono state, in un certo senso, autoimposte, e Galthey spererà che la sua squadra possa mantenere la testa e rimanere in pista con una vittoria su Murrayfield.

Le possibilità della settimana senza strike della Scozia non sono state aiutate dagli infortuni, in particolare all’attacco, e Matt Fagerson non è riuscito a recuperare in tempo per segnare 23. La scelta di Rory Darg per schierarsi con Hamish Watson è fantastica: la coppia spera che i cani del tracollo rallenta il pallone dei francesi, anche se il gruppo scozzese sembra di piccole dimensioni. Sente che Gregor Townsend avrà bisogno di una prestazione importante di Finn Russell contro i familiari nemici del club.

Johnny Sexton dovrebbe tornare per l’incontro dell’Irlanda con l’Italia

(AFP tramite Getty Images)

Irlanda vs italia

Può l’Irlanda mettere a fil di spada l’Italia in un modo che l’Inghilterra e la Francia non avrebbero mai potuto? La precisione e la chiarezza del loro attacco orchestrato suggeriscono che hanno il potenziale per affrontare una squadra italiana che gioca la sua prima partita del torneo fuori dalla Roma. Se Johnny Sexton dovesse iniziare, come previsto, sarebbe una vergogna per Joey Carberry, ma ha senso riportare il capitano nella formazione titolare con Inghilterra e Scozia.

Sono state due settimane strane per l’Italia, con le voci sul coinvolgimento del Sud Africa e le tensioni tra i sei Paesi che hanno smentito il rapporto. L’aggiunta di Springboks ha ancora una sensazione di tendenza di viaggio, ma poco è veramente certo. Per quanto ci possa essere la promessa di tempi migliori contro la prima squadra maschile italiana, possono fare un’altra prestazione per mostrare la loro crescita. Ci sono molti colloqui in corso e sembra che siano circa sei mesi cruciali per decidere il futuro dello sport, soprattutto a livello internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.