Bruxelles afferma che l’accordo sulla migrazione Italia-Albania non viola il diritto dell’UE

La commissaria europea per gli Affari interni Ylva Johansson e la vicepresidente della Commissione europea Margaritis Schinas tengono una conferenza stampa dopo la riunione del Collegio della Commissione europea a Strasburgo, in Francia, il 13 dicembre 2022. REUTERS/Yves Herman/foto del file Ottieni i diritti di licenza

ROMA, 15 novembre (Reuters) – L’accordo che consente all’Italia di costruire campi di accoglienza in Albania per migliaia di migranti che arrivano via mare non viola il diritto dell’UE, ha detto mercoledì il massimo funzionario dell’immigrazione del campo.

Il piano, annunciato la scorsa settimana, ha attirato critiche da parte di gruppi per i diritti umani e fatto paragoni con il piano del governo britannico di inviare richiedenti asilo in Ruanda, che è stato dichiarato illegale dalla Corte Suprema britannica.

“La valutazione preliminare del nostro servizio legale è che non viola il diritto dell’UE, è estraneo al diritto dell’UE”, ha detto la commissaria europea per l’immigrazione Ylva Johansson riguardo all’accordo Italia-Albania a Bruxelles.

I suoi commenti suggeriscono che il piano non può essere contestato dinanzi alla Corte di Giustizia dell’UE.

L’Italia, membro dell’UE, prevede di aprire due campi nell’Albania extra UE la prossima primavera per controllare i migranti all’arrivo, trattenerli mentre vengono prese in considerazione le seconde domande di asilo e spera che possano fare di più. 3.000 casi al mese.

I campi operano sotto la giurisdizione italiana con le autorità italiane. Poiché non esistono precedenti per un simile accordo, non è chiaro come funzionerà nella pratica.

Johansson ha affermato che “il diritto comunitario non si applica al di fuori dei confini dell’UE, ma il diritto italiano sì”, ma non ha chiarito come ciò si adatti agli obblighi dell’Italia come membro dell’UE.

READ  La focaccia italiana Coccoi e Corcoriga è fatta quasi interamente di verdure

Il governo albanese ha annunciato mercoledì di aver presentato al parlamento la legislazione per ratificare l’accordo con l’Italia. Non è noto quando si terrà la votazione in Parlamento.

Una relazione di Alvis Armellini; Report aggiuntivi di Fados BYTC a Pristina Montaggio di Keith Weir e Nick McPhee

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottieni i diritti di licenzaApre una nuova scheda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *