Bobby Deol racconta di aver dovuto recarsi in Italia per girare una scena di combattimento con una tigre nel suo primo film, “Barsaat”. Novità sul cinema indiano

Bobby Deol Ha debuttato nel 1995 con 'Barsat“L'attore ha recentemente condiviso i suoi ricordi di volare a… Italia Girare una scena di combattimento con una tigre e rimanere ferito nel processo passeggiate a cavallo In Londra per questo film.
Bobby ha menzionato come suo fratello attore Sunny Deol non fosse soddisfatto della sua scena d'ingresso nel film e volesse che fosse unica. Ha detto a Curly Tales che suo fratello Soleggiato Deol Volevano che la scena introduttiva fosse realistica, quindi si sono recati in Italia per filmare la scena. Scena di combattimento Con la tigre.
Bobby ha aggiunto che a quel tempo tutti erano contrari alla crudeltà sugli animali. Bobby ha condiviso un incidente sui set in India dove suo fratello ha portato una tigre per girare la sequenza del film “Barsaat” e la sua bocca è stata cucita. Tutti sentivano che stavano torturando l'animale e lo volevano indietro presto. Sunny poi raccontò a Bobby di un uomo in Italia che aveva il suo zoo con animali addestrati. L'attore ha girato la scena con una tigre in Italia, anche se ha ammesso di essersi sentito ansioso durante le riprese, paragonando il potenziale pericolo di un morso di tigre a quello di un morso di cane.

Rashmika Mandanna esegue il passo con il gancio “Jamal Kudu” con un tocco speciale

Bobby Deol ha detto che nello stesso film ha dovuto girare una scena di equitazione a Londra, che ha provocato un incidente e soffre ancora di una verga alla gamba. Doveva iniziare le riprese del suo prossimo film, “Gupt”, e ha girato alcune canzoni per questo film con una gamba rotta.
“Barasat” è stato il primo film di… Scintilli KhannaInizialmente era previsto che Shekhar Kapoor dirigesse il film, ma se ne andò dopo 27 giorni di riprese. Rajkumar Santoshi ha poi assunto la carica di direttore.

READ  Produzione Blue Bridge non possiamo pagare! Non pagheremo! Ha dei punti di forza innegabili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *