Berlusconi afferma che i russi hanno spinto Putin nella guerra in Ucraina | Italia

Il tre volte ex primo ministro italiano Silvio Berlusconi, che dovrebbe tornare al governo dopo le elezioni generali di domenica, ha suscitato scalpore dopo aver difeso il presidente russo Vladimir Putin per la guerra in Ucraina.

Il miliardario 85enne ha raccontato alla televisione italiana che il suo vecchio amico Putin è stato spinto a invadere l’Ucraina dal popolo russo e da ministri che volevano coinvolgere l’amministrazione di Volodymyr Zelensky con “persone perbene”.

Condannando la guerra, Berlusconi ha detto ai media su Porta a Porta che i separatisti erano andati a Mosca e avevano ucciso 16.000 persone negli attacchi dell’Ucraina e che Putin non aveva fatto nulla per proteggerle.

“Putin è stato spinto dal popolo russo, dal suo partito e dai suoi ministri a trovare questa misura speciale”, ha detto Berlusconi. “Le truppe sono entrate, hanno raggiunto Kiev entro una settimana, hanno sostituito il governo di Zelensky con persone perbene e poi se ne sono andate. Invece hanno trovato resistenza, alimentate da tutti i tipi di armi provenienti dall’Occidente.

Forza Italia di Berlusconi è il partner minore della coalizione guidata dai fratelli di estrema destra di Giorgia Meloni e dalla Lega di Matteo Salvini, che si prevede vincerà le elezioni comodamente. Berlusconi si candida a senatore al referendum.

Durante il suo mandato come primo ministro, Berlusconi ha coltivato stretti legami con Putin, elogiando la sua leadership e aiutando a stringere accordi energetici che alcuni incolpano della dipendenza dell’Italia dal gas russo oggi.

Forza Italia e la Lega hanno sostenuto le spedizioni di armi in Ucraina quando facevano parte della più ampia coalizione di Mario Draghi, che è crollata a luglio, così come i fratelli italiani. Come alleanza, si sono impegnati a continuare il sostegno dell’Italia all’Ucraina.

READ  David Beckham interroga la polizia italiana sulla moto d'acqua dei suoi figli durante le vacanze ad Amalfi Beach

“La guerra è durata più di 200 giorni”, ha detto Berlusconi. “La situazione è diventata molto difficile. Mi sento male quando sento parlare dei morti, perché ho sempre creduto che la guerra fosse la più grande follia di tutte.

Enrico Letta, capo del Pd di centrosinistra, ha detto che i commenti di Berlusconi sono scandalosi e “legittima Mosca”.

Ha detto: “Quei commenti dimostrano quella parte del nostro sistema elettorale, non solo a destra, ma in breve, ci sono persone che dicono: ‘Fermiamo questa guerra, diamo a Putin quello che vuole’. Lo trovo inaccettabile.

Salvini ha coltivato legami con la Russia, elogiando Putin in passato e criticando le sanzioni contro il Paese per aver “messo in ginocchio l’Italia” per la guerra in Ucraina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.