‘Assolutamente incredibile’: l’adolescente diventa la persona più giovane a volare da solo in tutto il mondo | record mondiali

Un pilota belga-britannico di 17 anni è diventato la persona più giovane a fare il giro del mondo da solo su un piccolo aereo dopo essere decollato a marzo di quest’anno.

Mac Rutherford ha volato attraverso 52 paesi in cinque continenti e ha attraversato l’equatore due volte dopo il decollo Bulgaria Il 23 marzo di quest’anno.

Ha anche battuto il record detenuto da sua sorella, Zara, che è diventata La persona più giovane e la donna più giovane che abbia mai fatto il giro del mondo In un aereo leggero, di 19 anni, nel gennaio di quest’anno.

Mercoledì è atterrato come previsto su una pista di atterraggio a ovest della capitale bulgara Sofia, dove ha iniziato il suo viaggio e dove ha sede il suo sponsor principale.

Ha battuto il Guinness World Record per la persona più piccola a viaggiare per il mondo da solo, precedentemente detenuto dal britannico Travis Ludlow, che ha completato l’impresa all’età di 18 anni e 150 giorni. Rutherford ha compiuto 17 anni durante il viaggio.

Ha rivelato che le sfide che ha dovuto affrontare includevano tempeste di sabbia in Sudan, caldo estremo a Dubai, chiusure di aeroporti in India, piogge monsoniche e molti problemi tecnici. La maggior parte dei ritardi era dovuta a ritardi nell’ottenimento di permessi e altri documenti o alla necessità di modificare i percorsi programmati in caso di rifiuto.

Ma ha detto che il “momento più sentito” è stato dormire in un capannone su un’isola deserta del Pacifico durante un volo di 11 ore attraverso il Mare di Bering, nel Pacifico settentrionale, dal Giappone all’Alaska.

“Dopo 10 ore, sono arrivato su questa piccola isola”, ha detto, “e si stava facendo buio, quindi sono sceso e le nuvole erano molto basse, pioveva, era completamente buio e non c’erano luci in pista”.

READ  Britt Chandy diventa la prima donna di colore a sciare da sola in Antartide | Antartide

“In realtà è un’isola disabitata quindi se qualcosa va storto sarò solo, su quell’isola quindi è davvero importante che nulla vada storto. Sono atterrato lì e ho dovuto dormire in un piccolo capanno a lato della pista perché era stato completamente abbandonato da oltre 10 anni.”.

Il viaggio lo ha portato attraverso il continente africano e la regione del Golfo in India, Cina, Corea del Sud e Giappone. Attraversa l’Oceano Pacifico settentrionale verso l’Alaska e dirigiti lungo la costa occidentale degli Stati Uniti fino al Messico, quindi dirigiti di nuovo a nord lungo la costa orientale degli Stati Uniti fino al Canada e attraverso l’Atlantico verso l’Europa.

Mercoledì, una grande folla di persone è arrivata all’aeroporto per salutare Rutherford. Tra loro c’erano tre membri della sua famiglia: i suoi genitori erano piloti e sua sorella Zara.

Suo padre, Sam Rutherford, ha detto che era molto orgoglioso dei successi dei suoi figli. Ha detto ai giornalisti che un evento del genere è stato particolarmente incoraggiante per i bambini a seguire i propri sogni e per il sostegno dei genitori.

Sua sorella Zara ha detto di essere rimasta in stretto contatto con il fratello minore durante il suo viaggio.

“Mentre volava, cercavo costantemente di tenermi in contatto e aiutarlo. I nostri genitori lo chiamavano ogni giorno e io mi univo a quelle conversazioni. Gli davo consigli sulla strada, durante il volo, in modo da poter essere utile a lui.

Si dice che Mac sognasse di diventare un pilota da quando aveva tre anni, diventando il pilota qualificato più giovane del mondo a settembre 2020, quando aveva 15 anni.

Proprio come lo Zara, Mack ha pilotato lo Shark, uno degli aerei leggeri più veloci al mondo con una velocità di crociera fino a 300 km/h (186 mph). L’aereo è stato adattato da due a un posto con un serbatoio di carburante aggiuntivo per consentirgli di fare questo lungo viaggio ed era in prestito a Rutherford dal suo sponsor principale, ICDSoft.

Rutherford ha detto che, nonostante il suo lungo viaggio, è stato “assolutamente sorprendente”. “Attraverso questo viaggio, sto anche cercando di dimostrare che i giovani possono fare la differenza, non è necessario avere 18 anni per fare qualcosa di speciale, basta seguire i propri sogni e alla fine diventeranno realtà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.