Ascolta i suoni dolorosi di un buco nero

Sembra uscito da “Stranger Things”, ma in realtà viene dallo spazio profondo.

La NASA ha rilasciato quella che chiamano sonicazione del buco nero.

Gli scienziati hanno affermato che dal 2003 il buco nero al centro dell’ammasso di galassie di Perseo è stato associato al suono.

Gli astronomi hanno scoperto che le onde di pressione emesse dal buco nero causavano increspature nel gas, traducendole infine in osservazione.

Incontra Sagittario A*: gli scienziati scattano la prima immagine del buco nero supermassiccio al Centro della Via Lattea

“L’idea sbagliata che non ci sia suono nello spazio nasce perché la maggior parte dello spazio è vuoto e non fornisce alcun mezzo per il viaggio delle onde sonore”, ha detto la NASA in un tweet.

Gli scienziati hanno affermato che le onde sonore sono state prima ascoltate amplificandole e mescolandole con altri dati.

“Hanno sentito 144 quadrilioni e 288 quadrilioni di volte superiori alla loro frequenza originale”, ha detto la NASA. “La scansione simile a un radar attorno all’immagine ti consente di ascoltare le onde emesse in diverse direzioni.”

Ascolta: la sonda rover della NASA registra i venti di Marte

Un ammasso di galassie, come Perseus, contiene un’abbondante quantità di gas che circonda le galassie all’interno, fornendo un mezzo attraverso il quale le onde sonore possono viaggiare.

La NASA ha anche messo insieme una colonna sonora per tutti gli esopianeti che ha trovato.

L’agenzia spaziale ha twittato i suoni di 5.000 esopianeti, rappresentati da note musicali suonate in decenni di scoperte.

Ascolta altre voci dall’universo quaggiù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.