Android sul Rabbit R1 funziona perfettamente, proprio come avrebbe dovuto

A quanto pare, Android può essere eseguito su Rabbit R1, il che non è un'esperienza a metà. Funziona come se il sistema operativo previsto fosse Android, caricato sul dispositivo dalla fabbrica.

Il Rabbit R1 non è stato altro che un dispositivo controverso. È uno dei pochi dispositivi che tenta di incorporare l'intelligenza artificiale e fa un lavoro un po' deludente. Funziona con un sistema operativo personalizzato creato da Rabbit basato sui LAM dell'azienda.

A differenza del LLM – il Big Language Model – il LAM è pubblicizzato come più sofisticato e in grado di integrare il business nel suo processo operativo. Infatti, lo scopo dell’R1 è catturare il parlato, riconoscerlo, elaborarlo e trasformarlo in azione. Tutto questo viene fatto nel cloud sulle macchine Rabbit altrove. Il risultato finale previsto è che i comandi vengano convertiti in azioni da completare da parte del dispositivo.

Questo era il risultato atteso. Il Rabbit R1 si è rivelato un dispositivo lento e incompiuto e non ha mantenuto quasi nessuna delle promesse che Rabbit aveva già fatto nei teaser e negli eventi stampa. Il dispositivo Future da 200 dollari è attualmente visto come un altro tentativo di hardware basato sull’intelligenza artificiale da parte di una startup che cerca di lanciare un prodotto troppo presto.

HowToMen Video rilasciato Dal Rabbit R1, anche se non esegue il software Rabbit personalizzato. Invece, Facundo ha caricato la R1 con Android per compensare le sue perdite. Quello che ho scoperto è che il Rabbit R1 è stato portato su Android come se fosse nativo, perché lo è.

In effetti, Rabbit R1 è costruito sulla versione AOSP di Android ed è stato ottimizzato per corrispondere alle capacità dell'R1, sebbene la società abbia fortemente negato queste affermazioni. Non c'è voluto molto tempo dopo il rilascio perché il creatore equipaggiasse il dispositivo con LineageOS, caricandolo essenzialmente con una versione popolare di Android.

HowToMenUn approccio simile e si traduce in un'installazione Android simile a quella stock sul Rabbit R1. Il dispositivo esegue Android quasi perfettamente. Una modifica al software ha sbloccato la tastiera per il pieno utilizzo invece di limitarla gravemente. Consente il funzionamento gratuito della fotocamera per video e foto e aggiunge anche un pannello di impostazioni rapide per posizionare la fotocamera a 360 gradi in diverse modalità di privacy.

Forse la parte migliore di tutto questo è che questo Rabbit R1 basato su Android ora esegue Gemini in modo impeccabile. L'assistente AI di Google ha trovato casa nel guscio rotto di quello che doveva essere il modello di movimento più avanzato nell'intelligenza artificiale.

È interessante notare che molte funzioni hanno scorciatoie specifiche del dispositivo come se lo sviluppatore le avesse create in un certo modo. Ad esempio, è possibile acquisire schermate premendo il pulsante di accensione e scorrendo la rotella di scorrimento, che a sua volta è un pulsante del volume. Lo script di amministrazione ha creato queste scorciatoie quando Android è stato caricato sul Future Box arancione, ma è bello vedere queste funzioni funzionare come se fossero native.

IL Processo di installazione Android su Rabbit R1 Disponibile su GitHub con il nome del progetto “R1 Escape”. È lo stesso processo che HowToMen Canale utilizzato, anche se non l'abbiamo testato. Tuttavia, segui il processo a tuo rischio e pericolo. Il risultato finale sembra essere un dispositivo perfettamente funzionante.

FTC: Utilizziamo collegamenti di affiliazione automatici per guadagnare entrate. Di più.

READ  WhatsApp aggiunge l'autenticazione biometrica per gli accessi desktop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *