Andrei Rublev spiega il motivo del suo dito medio ai fan degli hooligan

Numero 8 del mondo
Dice che di solito trova divertente quando i fan lo scambiano per un altro giocatore.

La lunghezza dei capelli sembra avere qualcosa a che fare con l’errata identificazione poiché Rublev riferisce di essere stato scambiato per Denis Shapovalov, Alexander Zverev, Stefanos Tsitsipas e Janik Sener.

Sono andato in tour con i fan italiani nel sud quando non riuscivano a credere che Rublev non fosse un peccatore.

“Ha scambiato molti giocatori: Shapovalov, Zverev, Tsitsipas, Sener, quindi è divertente, sì”, ha detto Rublev.
Inizio televisivo.

“Proprio quest’anno, a Parigi, durante il Roland Garros, alcuni italiani hanno iniziato a dire ‘Sbagliato, sbagliato’, io dico loro: ‘Non ho sbagliato’. Possiamo fare una foto con te?” E io dico loro: “Non sono un peccatore, smettetela, allontanatevi da me”. Si sono arrabbiati, quindi ho mostrato loro il dito medio. Sembra che Sener li abbia delusi, Andrej Rublev ha aggiunto.

Rublev era negli Emirati Arabi Uniti per gli eventi dello spettacolo mentre interrompeva qualsiasi periodo di vacanza per prepararsi per la grande stagione 2023. Sente che la lunga pausa dalla stagione non gli farà bene in questo periodo.

Andrei Rublev ha dichiarato: “Questa settimana è in realtà l’unica e l’ultima settimana in cui posso davvero mettere in pratica alcuni affari, senza trattenermi, e poi volerò in Australia”.

“Se giochiamo contro il Torino, sabato ho perso la semifinale e sabato prossimo ho fatto il mio primo allenamento, quindi credo cinque giorni o giù di lì. Penso che tu abbia bisogno di equilibrio, come ovunque. È difficile quando sei a riposo per così lungo.”

“Ma ci sono molti giocatori disposti a prendersi una vacanza lunga, diverse settimane, anche durante la stagione se c’è una settimana di riposo. Penso che tu abbia bisogno di un equilibrio.

READ  Stefanos Tsitsipas respinge l'allarme di Novak Djokovic in vista dello scontro agli Open d'Italia | Tennis | sport

“Ma è così brutto quando non stai affatto riposando, perché puoi lavorare troppo da solo, sì, e anche farti male, e anche perdere la testa psicologicamente. Quindi hai bisogno di equilibrio. Nel mio caso, beh, non l’ho fatto davvero riposo dopo la stagione, ma grazie a Dio mi sono presa una pausa durante la stagione – ci sono state alcune volte in cui mi sono presa una settimana di pausa, anche senza tennis, quindi in un certo senso ho compensato il fatto che quasi non mi riposavo dopo la stagione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.